MotoGP in the Media

Speedweek: Bradl nel mirino di Yamaha

lunedì, 09 maggio 2011

Secondo quanto dichiarato da Speedweek, l’attuale leader del Campionato del Mondo Moto2, Stefan Bradl, ha suscitato interesse in casa Yamaha che sta ora valutando il possibile passaggio del pilota tedesco nel team Tech 3 per la stagione 2012.

Helmut Bradl, padre di Stefan, era presente al GP di Jerez del mese scorso dove ha potuto discutere della proposta e Lin Jarvis, Yamaha Motor Racing MD, ha dichiarato al riguardo: "Bradl è un pilota molto interessante, e la Germania rappresenta un importante mercato per Yamaha".

Il pilota ha poi commentato: "Tech 3 è uno dei pochi team interessati al mio passaggio in MotoGP, ma al momento è un qualcosa a cui non voglio dar troppo peso".

Corriere: La vita è migliore se sei il numero 1, ha ammesso Lorenzo

martedì, 03 maggio 2011

In una lunga intervista pubblicata dal Corriere della Sera, il Campione del Mondo in carica, Jorge Lorenzo, ha dichiarato che essere l’attuale leader della classifica generale lo fa sentire molto più sicuro e tranquillo. “Ora so che, qualsiasi cosa succeda in futuro, io un titolo in classe regina l’ho messo in banca. Non è poco no? Mi sento anche più sicuro. Quando sono entrato in questo mondo ero timido, senza grandi certezze. Col tempo e le vittorie sono cresciuto, ma mi mancava l’ultimo step. Che finalmente è arrivato”.

Parlando di Rossi ha poi aggiunto: “È il ragazzo più simpatico di tutti quando c’è una telecamera, ma non ho la minima idea di come sia quando sono spente. Nonostante i tre anni come compagni di squadra, non ho mai avuto modo di conoscerlo veramente”. Lorenzo ha invece affermato di avere un rapporto completamente differente con il suo compagno di squadra attuale, Ben Spies: “Parliamo, ci scriviamo messaggi...è tutta un’altra cosa”.

Lorenzo ha ammesso senza il minimo imbarazzo la sua ignoranza per quel che riguarda il lato meccanico della moto. “Ho forse la faccia da ingegnere? E poi io credo che nessun pilota sappia troppo di moto. Magari sanno cambiare una gomma, io neanche quella. Però ciò che conta è trasmettere agli ingegneri le sensazioni giuste. A me pare di saperlo fare”.

Mediaset: Rossi incredulo sulle dichiarazioni di Stoner

sabato, 30 aprile 2011

Valentino Rossi e Casey Stoner hanno fatto segnare il medesimo crono durante le libere della prima giornata del bwin Grande Prémio de Portugal, e subito dopo l’australiano ha accusato Rossi di essere continuamente nella sua scia. Interrogato sulla questione dai giornalisti, l’italiano ha rilasciato una dichiarazione riportata dal portale Mediaset, in cui confessa di non capire minimamente la natura di questa rabbia da parte del pilota Honda: "Onestamente di tutte le cose che dice Stoner ultimamente ci capisco poco. Non lo so, a parte che è stato casuale incontrarmi con lui in pista, mentre rallentavo, per prendere fiato e non gli sono nemmeno stato tanto vicino, sono cose che succedono sempre, solo che lui reagisce sempre in maniera visibile".

Rossi sostiene che l’australiano stia cominciando ad essere ossessionato dalla sua figura: “Già prima dell'incidente di Jerez, sul quale io devo stare zitto, aveva detto che io sono un pilota scorretto e che lui ha paura di stare in pista con me, solo perchcè nella grande battaglia di Laguna Seca lui ha perso e non ha mai accettato questa sconfitta. Da lì ha cominciato a piangere, ad accampare scuse, a dire che non sono pulito. Se te gli chiedi dove Valentino è stato scorretto non lo sa neanche lui. Dopo una gara così bella...ma dai, è come se Rayney avesse detto a Schwantz che era stato scorretto dopo Suzuka del 91. Cioè, purtroppo uno vince e l'altro perde. Questa è la verità".

Marca: Stoner risponde alle critiche di Burgess e Rossi

giovedì, 28 aprile 2011

In una lunga intervista con il quotidiano sportivo Marca, Casey Stoner ammette di stare attraversando uno dei momenti migliori della sua carriera sportiva. Racconta di aver lavorato per tutto l’inverno con l’obiettivo di creare il feeling giusto con la sua Honda. Ha elogiato i suoi rivali, ed ha risposto alle critiche di Burgess e Rossi, circa il suo periodo in Ducati, quando hanno detto che “non sapevano il reale potenziale della moto, perché io non ho mai dato il massimo e altre cose del genere. Lavorano per mesi e mesi con la moto e non migliorano. Secondo me, dovrebbero tenere la bocca chiusa perché non hanno ancora capito come guidare questa moto”.

Gazzetta: Biaggi riconosce la superiorità di Rossi

mercoledì, 20 aprile 2011

La Gazzetta dello Sport pubblica una dichiarazione in cui Max Biaggi esprime il desiderio di porre fine alla storica rivalità che lo legava da tempo a Valentino Rossi: "Gli attriti passano e si va avanti, ognuno guarda le proprie cose, ma Valentino è stato per me, per anni, comunque, il mio Coppi o il mio Bartali". Durante la cerimonia in cui il sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, lo ha premiato con la medaglia di bronzo di Roma Capitale, Biaggi ha dichiarato che lui e Valentino si sono "autoalimentati in una rincorsa al mondiale che comunque ha giovato al nostro sport in Italia e nel mondo". Interrogato circa i rapporti che ora lo legano a Rossi, ha poi aggiunto: "ormai siamo un po' più maturi, entrambi adesso corriamo in due campionati diversi, non siamo più adolescenti e riconosciamo ognuno l'operato dell'altro, il lavoro fatto che anche a lui è riuscito molto bene, forse meglio".

Swissinfo.ch: Lüthi potrebbe passare in MotoGP nel 2012

martedì, 19 aprile 2011

Secondo quanto riportato dal portale svizzero swissinfo.ch, Thomas Lüthi potrebbe far parte del gruppo di piloti MotoGP della stagione 2012. Il suo manager, Daniel Epp, già leader del team Interwetten Honda in MotoGP con Hiroshi Aoyama come pilota, sta ora gettando le basi per il ritorno di un pilota svizzero nella classe regina, assente dal 1998 quando Eskil Suter correva nel Campionato del Mondo 500.

"Il mio desiderio di passare in MotoGP non è mai stato un segreto," ha confermato Lüthi all'agenzia svizzera ATS. "Prima o poi spero di esserci, anche se, ora come ora, non è la cosa più importante. In questo momento sono totalmente concentrato in vista della prossima gara di Estoril.

SoloMoto: Pedrosa assicura che la sua moto è poco differente da quella del 2010

giovedì, 14 aprile 2011

In una lunga intervista pubblicata sulla rivista SoloMoto, Dani Pedrosa parla della presunta superiorità tecnica di Honda. Il pilota ha dichiarato che la sua moto è quasi uguale a quella che guidò nel finale della scorsa stagione. "La mia moto non è cambiata molto. Abbiamo provato qualche telaio e abbiamo fatto dei miglioramenti per quel che riguarda l’elettronica. Alcuni di questi settaggi elettronici ci aiutano quando chiudiamo gas e acceleriamo in curva, però non è una moto molto differente rispetto a quella dello scorso anno. Probabilmente lo è per Stoner, visto che l'anno scorso correva per un altro team, e anche per Dovizioso perchè montava un telaio differente. Per me, invece, è la stessa con la quale ho concluso il 2010".

Pedrosa è convinto che ci siano ancora problemi e non crede che la soluzione sia così facile da trovare: "La moto continua a muoversi all'entrata in curva, e questo vale sia per me che per Dovizioso e Stoner. Abbiamo notato tutti e tre che, quando freniamo forte, sentiamo la moto 'ballare' parecchio. È un qualcosa a cui è molto difficile rimediare. Per esempio, Jorge tiene molto bene la moto in questi punti, e quindi, quando fa segnare buoni tempi, è più evidente la nostra debolezza. Bisogna pensare ad una soluzione. Non sarà cosa facile, considerando che gli ingegneri sono già concentrati sulla moto del prossimo anno".

Marca: Doohan sostiene che l’era di Rossi sia ormai giunta alla sua fine

lunedì, 11 aprile 2011

In una dichiarazione riportata dal quotidiano spagnolo Marca, il cinque volte campione del mondo 500cc, Mick Doohan, afferma che Rossi “non tornerà molto facilmente ad essere un campione MotoGP visto che, nonostante sia un grande pilota, non è più ai livelli di qualche anno fa".

Doohan sostiene che l’italiano “ha trascorso 12 anni nell’elite, e questo è ormai più che sufficiente. Non dico che la sua carriera sia finita, però le cose d’ora in avanti non saranno facili. È un grande pilota, non esistono altre maniere per dirlo. Ritengo che in campo sportivo, gli atleti abbiano una decade durante la quale raggiungono il proprio potenziale massimo e che gli permette di competere ad alti livelli. Per lui questa è la stagione numero 12 e non è certo cosa facile mantenersi ancora a quei livelli, tenendo anche in considerazione tutti i suoi successi passati”, ha aggiunto Doohan.

SpeedTV: Rossi sulla Desmosedici GP12 a Jerez

domenica, 03 aprile 2011

Ducati sta pianificando un test con il motore 1000cc per la nuova GP12 già questa settimana. Secondo quanto riporta SpeedTV la nuova Ducati sarà in pista tra il 5 e il 7 aprile a Jerez, con Rossi, Battaini e Guareschi, dopo un intenso lavoro di sviluppo a Borgo Panigale. La moto sarà basata sulla GP11 e il primo obiettivo sarà quello di testare il motore, compito del nove volte campione del mondo prima di passare alla definizione del prototipo.

SpeedTV: Spies confessa di aver imparato molto dal suo duello con Rossi

giovedì, 31 marzo 2011

Ben Spies ha ingaggiato un duello con Valentino Rossi durato ben nove giri, durante la prima gara stagionale del MotoGP in Qatar. Nove giri sui quali, secondo la dichiarazione rilasciata a SpeedTV, ha ammesso: "Ho imparato molto circa la sua tecnica di frenata e le sue traiettorie. Non mi era mai capitato di fare così tanti giri al suo fianco. Controlla molto bene la frenata e non ha punti deboli. Non commette mai errori. Ho avuto un ritmo migliore, però, nonostante la pressione continua, non è stato per niente facile da superare. Sono stato paziente e ho aspettato. È stata una gara decisamente divertente".

Mediaset: Preziosi annuncia cambiamenti radicali in Ducati

venerdì, 25 marzo 2011

Dopo i segnali positivi mostrati da Valentino Rossi, Filippo Preziosi ha dichiarato a Mediaset che cambiamenti profondi saranno già messi in atto in questa stagione 2011, e alcuni di essi saranno visibili nel Test in programma subito dopo il GP di Portogallo, ad inizio maggio.

“I cambiamenti saranno radicali, alcuni visibili e altri no,” ha dichiarato Preziosi. “Non riguarderanno necessariamente il telaio: si tratterà più che altro di aspetti che cambieranno il comportamento della moto senza andare però a modificare gli elementi che la compongono. Stiamo anche pensado di alleggerire la risposta del motore così da renderlo non troppo aggressivo. Le prime modifiche saranno pronte per Estoril, mentre le successive per la metà della stagione.”

MCN: Il terremoto giapponese ritarda il debutto su pista della Honda 1000cc

giovedì, 24 marzo 2011

Nei commenti pubblicati da MCN, il Vice Presidente della HRC, Shuhei Nakamoto, ha confermato che il debutto su pista della Honda 1000cc, attualmente in fase di sviluppo, in vista della stagione MotoGP 2012, è stato ritardato a causa del terremoto che ha colpito il Giappone.

Un primo test era previsto sul circuito di Motegi, nella settimana antecedente al GP di Qatar, ma è stato cancellato. “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nei primi test. Avremmo voluto continuare durante la settimana appena trascorsa, ma tutti i nostri programmi hanno subito dei ritardi. Il circuito di Suzuka e un’altra pista situata nell’ovest del Giappone sono pronti ed utilizzabili ma non abbiamo benzina per i camion e siamo quindi impossibilitati nel muoverci. Il carburante sara di nuovo consegnato durante questa settimana, quindi probabilmente potremmo effettuare dei test a breve.” ha spiegato Nakamoto.

Motociclismo: Doohan torna in sella ad una moto sull’Isola of Man

mercoledì, 23 marzo 2011

Secondo la rivista spagnola Motociclismo, Mick Doohan sara’ ospite d’onore al Tourist Trophy sull’Isle of Man l’8 di giugno. L’australiano effettuerà un giro del circuito alla guida di un’Honda Fireblade.

Doohan sarà accompagnato da Ian Hutchinson, vincitore di cinque categorie durante l’ultimo Tourist Trophy sull’Isle of Man. L’australiano ha dichiarato il suo entusiasmo per l’evento di quest’anno: “Sono molto eccitato all’idea di essere sull’Isle of Man e non vedo l’ora di assistere a un paio di gare. Le gare del Tourist Trophy sono conosciute in tutto il mondo, ed ho grande rispetto per chi le corre.”

Motorcycle.com: Honda ha già pronta la Moto3

lunedì, 21 febbraio 2011

Honda ha diffuso le prime immagini ufficiali della sua Moto3. In diverse pubblicazioni, tra cui su Motorcycle.com, possiamo vedere la moto che sostituirà la RS125R a partire dalla prossima stagione. Inizialmente chiamata NRS250 (NRS per Next Racing Standard), la NSF250F, esteticamente è molto simile alla sua predecessora, ma con dettagli conformi alle regole tecniche Moto3.

As: Alonso crede che sia difficile che Rossi vinca quest'anno

mercoledì, 16 febbraio 2011

In una lunga intervista concessa al quotidiano As , il pilota Ferrari Fernando Alonso ha commentato il debutto di Rossi con Ducati: “La MotoGP è molto aperta. Per Valentino sarà dura perché c'è Lorenzo, ci sono le Honda: Stoner, Pedrosa... Però è chiaro che le cose di decideranno tra questi 4 piloti”. Poi riguardo una possibile sfida con Rossi in moto ha concluso: “Forse un giorno”.

BBC: Matt Roberts crede che Simoncelli possa essere la sorpresa

martedì, 15 febbraio 2011

Nel suo primo blog come commentarista MotoGP su BBC Sport, Matt Roberts analizza i risultati del primo test di Sepang e non dubita sul pilota del team San Carlo Honda Gresini: “Credo che possa essere la sorpresa,” ha commentato il giornalista inglese.

MCN: Yamaha lavora per la Moto3

lunedì, 14 febbraio 2011

Secondo quanto ha dichiarato il massimo responsabile di Yamaha Racing Masao Furusawa a Motorcycle News, “Non abbiamo ancora la moto in pista, ma siamo in fase di disegno. Non è un interesse economico, ma dobbiamo fare qualcosa per preparare i giovani piloti. Stiamo lavorando su un motore (probabilmente basato nel YZ250F di motocross) e anche su una moto completa, ma siamo ancora in fase di simulazione al computer”. Furusawa non ha però precisato se debutteranno nel 2012, quando Moto3 sustituirà la classe 125.

MCN: Crutchlow operato alla spalla

mercoledì, 01 dicembre 2010

Uno dei prossimi pretendenti al titolo di rookie della classe regina cercherà di essere pronto per i test di Sepang del 1º febbraio, secondo MCN, ha dovuto sottoporsi alla stessa operazione che ha visto protagonista Valentino Rossi poche settimane fa.

Il 25enne britannico è stato operato oggi (mercoledì) a Manchester, e ha dichiarato: "Sono fiducioso di poter essere pronto per Sepang. Tre mesi sono più che sufficienti per recuperare contando sulla camera iperbarica dell'Isle of Man".

Times of India: Sarath Kumar il primo pilota indiano nel Campionato del Mondo

mercoledì, 24 novembre 2010

Come riportato nel Times of India, il pilota scelto per partecipare al Campionato del Mondo 125cc, dopo l accordo tra il il team WTR e il team indiano Dieci 10 Racing, sarà Sarath Kumar, che diventerà il primo pilota indiano nella storia a partecipare in MotoGP.

Kumar, 18 anni, studente presso l'Università di Madras, ha rappresentato l'India nella coppa Asia UAM Cup disputata in Giappone lo scorso settembre, ha appena tre anni di esperienza nelle competizioni, ma è fiducioso che l'accordo strategico con WTR, previsto per tre anni, gli darà le conoscenze necessarie per battersi nella massima serie del motociclismo mondiale.

Autosport: Burgess, "Niente panico"

mercoledì, 17 novembre 2010

I risultati di Valentino Rossi nel debutto con la Ducati non devono essere motivo di preoccupazione, secondo le dichiarazioni del suo capo meccanico Jeremy Burgess, raccolte da Autosport

.

"Niente panico, era tutto nuovo per Valentino, per me e per il team," ha commentato Burgess. “Le reazioni della Ducati sono diverse e dobbiamo lavorare per capirle. È una specie di cambio culturale dopo tanti anni lavorando per le moto giapponesi. La moto ha bisogno di un maggior lavoro fisico e bisogna essere precisi. Durante il test Valentino ha lavorato per capire la moto, non per trovare il tempo. In più non dimentichiamoci che la sua spalla era malridotta”.

Pubblicità