Rossi chiude i test di Sepang sotto il record della pista

lunedì, 26 gennaio 2004

Rossi chiude i test di Sepang sotto il record della pista

Alla fine dell'ultimo giorno di prove a Sepang, Valentino Rossi ha girato ben sotto il suo stesso record della pista arrivando a tre decimi dalla pole, che a sua volta gli appartiene, del GP della Malesia dello scorso ottobre. Il suo ufficioso 2'02.75 di oggi è anche il giro più veloce mai realizzato da una M1 su questa pista, che prima era quello delle qualifiche dell'anno scorso di Carlos Checa in 2'02.885. Lo spagnolo anche oggi ha realizzato il secondo miglior tempo, in 2'03.72, e, come il compagno di squadra, non vede l'ora di tornare per la seconda sessione nel giro di due settimane.

"Abbiamo lavorato bene," ha detto Rossi. "Come primo test il tempo che abbiamo fatto è buono, anche se il mio obiettivo primario era trovare le regolazioni del telaio e fare una selezione delle gomme. Mi sono davvero divertito in questi tre giorni con la Yamaha e me ne vado contento. C'è ancora del lavoro da fare, soprattutto sul motore, ma in generale è andata bene".

Checa oggi si è dedicato alle gomme ed alla fine ha detto di essere quasi convinto di passare a quelle da 16.5. "La moto va meglio con le anteriori da 16.5," ha spiegato lo spagnolo. "La simulazione di gara non è andata male, per essere il primo test della stagione. Naturalmente ci resta ancora molto da fare, ma abbiamo tutto ciò che ci serve per andare avanti".

Il capo meccanico di Rossi, Jerry Burgess, era tranquillamente soddisfatto del risultato. "Penso che sia andata bene," ha detto. "Siamo riusciti ad ottenere un buon tempo e abbiamo rispettato il programma di lavoro con le Michelin. L'integrazione con il gruppo di lavoro della Yamaha procede con grande naturalezza e siamo pronti a lavorare su qualunque cosa il reparto corse stia preparando per noi."

Dall'altra parte del box, anche il capo tecnico Antonio Jimenez si è detto soddisfatto dei tre giorni di lavoro. "La simulazione sulla distanza di gara ci ha dato delle ottime informazioni," ha detto. "Siamo molto concentrati sul lavoro che stiamo facendo, che è ancora nelle fasi iniziali del nostro programma".

Davide Brivio il direttore sportivo del Gauloises Fortuna Yamaha Team, è rimasto francamente sorpreso della rapidità dei progressi ottenuti durante i test. "Onestamente non mi aspettavo di raggiungere subito questo livello," ha detto. "Tutti i nostri avversari hanno lavorato duramente durante l'inverno ma questo nostro primo test è stato quello che ci voleva per motivare tutti, non solo in squadra, ma anche in Yamaha".

Marco Melandri ha continuato a guidare in condizioni fisiche non ottimali, faticando a superare il dolore alla spalla da poco operata. "Meglio di ieri," ha detto comunque l'ex iridato della 250cc. "Alla fine la moto era ok ma oggi ci è voluto parecchio tempo per adattarla alle anteriori da 16.5. Al momento psicologicamente sono forte, fisicamente, no".

Infine Norick Abe non è stato in grado di trovare, tra le nuove anteriori della Michelin, una che si adattasse al suo stile. "Sono ancora un po' così e così," ha detto il pilota giapponese. "Con il setting della moto ancora non ci siamo ma è anche vero che questo è stato il primo test con la nuova squadra. Forse per questo non sono riuscito a fare il tempo che sono sicuro queste gomme ti permettono di fare".

Valentino Rossi – 2'02.75 (59 giri)
Calros Checa – 2'03.72 (88 giri)
Norick Abe - 2'05.05 (52 giri)
Marco Melandri – 2'05.55 (52 giri)
TAGS 2003 Valentino Rossi

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™