Debutto bagnato e fortunato per Dan Linfoot

venerdì, 5 agosto 2005

Debutto bagnato e fortunato per Dan Linfoot

Molti dei Grand Prix della stagione offrono l´opportunità ai piloti locali di scendere in pista al fianco dei piloti del Campionato del Mondo di MotoGP, un´occasione per mettersi in mostra con la speranza di riuscire a entrare a far parte delle competizioni motociclistiche al più alto livello. I piloti che partecipano a un GP come wild card, spesso si rivelano delle prove per dei piloti rivelazione, ma rimane il miglior modo per trovare dei nuovi talenti.

Dall´inizio della stagione, oltre 30 piloti hanno avuto la possibilità di partecipare a un GP della classe 125, ma solo uno è riuscito a concludere la gara tra i primi 10: il 17enne Dan Linfoot ha sfruttato al meglio le condizioni di Donington Park per concludere, in una gara costellata di cadute, al nono posto.

motogp.com ha avuto l´opportunità di rivolgere qualche domanda al giovane pilota brittanico, attualmente terzo nella classifica generale del British Championship della 125.

Domanda: Quali sono le tue esperienze da pilota, qunado hai iniziato a correre?
Risposta: Ho cominciato a correre a 13 anni, sulle minimoto. Ho gareggiato in diversi Campionati, diventando Campione del ACU National 4.2hp Senior A, e terzo nel Campionato Britannico Minimoto categoria 4.2hp.

Nel 2003 sono passato all´Aprilia 125 produzione. In quella stagione ho vinto il `Stars of Darley´ a Darley Moor. Sono arrivato secondo nel Campionato Formula Auto66 e terzo nel Campionato Darley Moor Formula 125.

Il 2004 è stato l´anno del mio debutto nei GP 125. Ho disputato il Campionato Britannico della 125, ottenendo come miglir risultato un nono posto a Croft e concludendo il Campionato al 24º posto. Sono stato insignito del titolo di North East Motorcycle Racing Club 125GP Champion.

D: Hai qualche modello o pilota preferito tra quelli che disputano il Campinato del Mondo di MotoGP?
R: Il mio idolo in assoluto è Valentino Rossi. Lo seguo da quando ero piccolo e ho sempre rispettato la sua bravura in moto. Spero, un giorno, di divenire bravo come lui.

D: Com´è stata la tua stagione fino a questo punto?
R:Questa stagione, ha avuto i suoi alti e bassi. Ho iniziato bene con un buon 7º posto a Brands Hatch. A Thruxton non siamo riusciti a terminare la gara a causa di problemi meccanici. Nei successivi quattro appuntamenti sono salito sul podio al 2º posto, il che mi ha dato una forte spinta nel Campionato. Knockhill e Snetterton sono gare che preferisco dimenticare. A Knockhill sono uscito di pista al 13º giro quando ero in 5ª posizione, a Snetterton si è fermata al 4º giro. Nonostante sia una stagiione dura sono ottimista per il Campionato Britannico 125GP.

D: Il GP in Gran Bretagna è stato il tuo primo GP del Campionato del Mondo. Come hai avuto questa opportunità e quali sono state le tue prime reazioni quando hai saputo che avresti partecipato?
R: Ho avuto questa opportunità grazie ai miei risultatio nel Campionato Britannico, ero 3º e la cosa mi ha permesso di rientrare nella scelta delle wild card. Quando mi hanno confermato che sarei stato wild card al GP, ho solo avuto voglia di tuffarmi nel paddock e stare con i migliori per poter imparare il più possibile. Chiaramente ero orgoglioso ed eccitato per essere stato scelto.

D: Donington era il miglior posto per debuttare? È una pista che ti piace?
R: Amo il circuito di Donington Park, ha un po` di tutto. Ha curve strette e lente, ma anche curve ampie e veloci. Comunque avevo corso solo una volta a Donington, prima di partecipare al GP. Avrei preferito essere una wild card in un circuito spagnolo, con delle condizioni climatiche migliori! Ma correre sul bagnato mi piace e di solito riesco a fare delle buone prestazioni.

D: Come wild card sei rimasto colpito da questa prima esperienza in un GP? Cosa ti ha colpito maggiormente?
R: Da quando sono entrato nel paddock e ho visto gli standard delle squadre, dell´equipaggiamento, dell´hospitality, sono rimasto abbagliato. Il livello di competizione era eccellente, ho imparato molto. Dopo l´epserienza in un GP, penso di aver fatto esperienza e di avere maggiori chance di competere in un GP. Quello che mi ha colpito di più è stato la professionalità dimostrata da tutti i partecipanti all´evento.

D: Finire tra i primi 10 è stato un risultato piuttosto interessante, sei la sola wild card a esserci riuscito dall´inizio della stagione. Raccontaci della tua gara.
R: All´inizio della gara ho fatto una brutta partenza, a causa della presenza di aria nel serbatoio. Sono stato risucchiato e alla fine del primo giro ero dietro altre wild card. Ho continuato a spingere e mi sono ritrovato a ridosso di Christian Elkin, proprio nel momento in cui sono state esposte le bandiere rosse, per via della pioggia. In quel momento ero 34º. Sapevo che se fosse stata dichiarata gara bagnata avrei avuto delle possibilità per poter risultare il primo dei piloti britannici. Nel warm up del mattino ero stato 11º, sapevo di poter finire in una buona posizione.

Nella seconda partenza sono riuscito a uscire bene, mi sono ritrovato con molti piloti del Campionato del Mondo. Mi sono reso conto di essere 11º. Poi alcuni piloti sono caduti e mi sono ritrovato al 9º posto, stavo battagliando con Joan Olive per l'8 posto. La mia moto sembrava piuttosto `ballerina´ sul bagnato, così con 3 giri alla fine mi sono detto: `Cerca di rimanere in piedi e finire la gara´. Quando ho passato la linea del traguardo e ho visto il mio team saltare ed esultare ho capito che il week end era stato un successo.

È stato il miglior momento della mia carriera.

D: Quali sono i tuoi programmi per il resto della stagione?
R: Nel Campionato Britannico non sono in un team, sono i miei genitori a finanziare la mia stagione. Quindi per me il programma è quello di finire la stagione del Campionato Britannico di 125 e vincere. Se ne avrò la possibilità, mi piacerebbe partecipare agli ultimi due appuntamenti del Campionato Spagnolo di 125.

D: Hai qualche programma per la prossima stagione? Hai in mente di partecipare al Campionato del Mondo di 125, `full time´?
R: I miei progetti sono quelli di correre in un team 125 all´estero. Mi piacerebbe fare il Campionato del Mondo di MotoGP a tempo pieno, farlo come lavoro insomma. Ma per fare questo devo essere parte di una squadra.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™