Un inatteso caldo estivo accoglie il MotoGP

mercoledì, 22 giugno 2005

Un inatteso caldo estivo accoglie il MotoGP

Il paddock del Campionato del Mondo di MotoGP è arrivato sul circuito olandese di Assen sulla cresta di un'ondata di caldo. Un'estate stranamente precoce per il Nord Europa. Abituati a giungere sul circuito di Assen e prepararsi a installare motorhome, hospitality e quant'altro in condizioni di umido e vento, i team del MotoGP sembra si siano portati appresso il caldo clima mediterraneo che si erano lasciati alle spalle in Italia e Spagna. Le temperature ad Assen hanno fatto infatti segnare in questi giorni valori vicini ai 30º.

Un gruppo di piloti ha approfittato delle condizioni del tempo per sfruttare il pomeriggio con una escursione sui canali di Amsterdam, alla scoperta di una delle città più colorate d'Europa. Nicky Hayden, Alex Hofmann e Marco Melandri accompagnati dal pilota locale della 125 Raymond Schouten, hanno partecipato al giro sui corsi d'acqua della città olandese.

I piloti hanno avuto modo di rilassarsi un po' dalla tensione per la gara di sabato, una gara particolarmente sentita da Marco Melandri, che ha sul circuito di Assen la possibilità di migliorare ulteriormente la straordinaria partenza di questo inizio di stagione. Melandri alla ricerca di una vittoria, sul circuito dove vinse il suo primo GP, classe 125, nel 1998: "Fino a questo punto siamo stati costanti, miglioramo costantemente. È giunto il momento di fare un ulteriore passo in avanti. Mi rendo conto che sarà difficile e io non voglio accelerare i tempi, ma ogni volta sento di avere maggiore confidenza. Chissà che non sia la volta buona, qui ad Assen, uno dei miei circuiti preferiti."

Il compito più difficile sarà quello di interrompere lo strapotere di Valentino Rossi, abbonato al primo gradino del podio ad Assen. La prima visita ad Assen del Campione del Mondo in carica risale al 1979, e Valentino era in braccio al padre, Graziano, che proprio quell'anno vinse sul circuito olandese la gara delle 250. Da allora ogni volta che torna, con la 125, con la 250 e con la MotoGP, Valentino non può fare a meno di salire su quel gradino, quello più alto. Cinque vittorie e un secondo posto per il pilota di Urbino dopo sei gare in questa stagione.

"Avevo solo 4 mesi quando Graziano vinse qui, in tal senso è un circuito speciale per me. Ma immagino che lo sia un po' per tutti. È il circuito più vecchio di tutto il Campionato ed è sempre un piacere correre qui. Bisogna essere molto coraggiosi e correre al 100%, ma quando lo affronti nel modo giusto, le sensazioni sono eccezionali."

Toni Elias non avrà la fortuna di assaporare questo tipo di emozioni, il pilota spagnolo è infatti rimasto a casa, a Barcellona, ancora alle prese con l'infortunio al polso e alla gamba. Al suo posto, per il terzo GP, il connazionale David Checa. Infine una nota di colore, con il giapponese Makoto Tamada che si presenterà con casco, tuta, stivali e moto ridisegnati appositamente sul tema di Batman, come parte di un programma promozionale per il lancio di Batman Begins, nuovo episodio della serie tratta dalla saga a fumetti. Il completo di Tamada verrà messo all'asta per beneficenza in occasione del Donnington Park Day of Champions che si terrà a Donnington il prossimo mese. Tutti i proventi saranno devoluti all'organizzazione Riders for Health.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™