I "senatori" Moto2

Moto2™, powered by
discovering moto2 : ex motogp riders
venerdì, 16 aprile 2010

Tutti in cerca di rivincite, sono i favoritissimi per il primo titolo Moto2 che potrebbe rilanciarli verso l'universo MotoGP.

Considerando che la nuova classe intermedia del Campionato del Mondo MotoGP si fonda su aspetti tecnici uguali per tutti (motori e gomme) ad eccezione del telaio, è naturale che i favoriti per la vittoria del primo titolo Moto2 siano quei piloti che vantano maggiore esperienza a livello continentale. Stiamo ovviamente parlando di coloro che hanno un passato recente nella classe regina, e che puntano a tornarvi con gli onori di un titolo mondiale inedito.

In un nuvolo di ben 40 piloti regolari suddivisi in 26 team, è quindi normale che i nomi altisonanti siano quelli più accostabili al titolo Moto2 2010: su tutti Alex de Angelis (RSM Team Scot), Toni Elias (Gresini Racing), Niccolò Canepa (RSM Team Scot), Yuki Takahashi (Tech3 Racing), Gabor Talmacsi (Fimmco Speed Up), Anthony West (MZ Racing Team) e Roberto Rolfo (Italtrans STR).

Caso vuole che tutti i piloti nominati, ad eccezione di De Angelis e Canepa che corrono per gli stessi colori, sfrutteranno le potenzialità di telai tutti diversi in una classe che premierà comunque molto probabilmente il pilota più forte.

Dopo la prima gara che ha visto, non senza sorprese, trionfare il giovane talento Shoya Tomizawa, i soli Toni Elias e Roberto Rolfo hanno difeso il proprio status di "senatori" della nuova classe. In particolare lo spagnolo, 4º dopo essere partito dalla pole ha parlato di questa nuova avventura con motogp.com commentando:

"Tutti vogliono vincere il primo titolo Moto2 e sono molti i piloti veloci in grado di farlo, ma sarà dura e divertente allo stesso tempo. L'esperienza MotoGP è sicuramente un punto di forza, ma ci sono aspetti più difficili per chi arriva dall'alto poiché le linee della Moto2 sono più simili a una 250, bisogna cambiare la maniera di guidare!"

Un protagonista mancato della prima uscita stagionale, che sa di essere competivo come Alex De Angelis, ha aggiunto, "Credo sia sempre difficile sapere cosa sarei riuscito a fare in MotoGP. È chiaro che in questo momento sto andando forte, mi diverto, e con la squadra mi trovo bene, quindi in questo momento direi che la scelta è più che azzeccata".

Come il sammarinese, tutti vogliono dimostrare di valere nuovamente la MotoGP...Il passo obbligato sarà quello di trionfare in una categoria dove nessuno parte dietro e dove i favoriti valgono solo sulla carta.

Nel video in allegato potrai ascoltare le impressioni di questi e altri piloti, insieme alle dichiarazioni di alcuni prestigiosi tecnici come Gary Reynders, Daniele Romagnoli e Fabrizio Cecchini, che lo scorso anno facevano parte della classe regina.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™