Doohan sostiene che Stoner sia mentalmente più forte di Rossi

martedì, 11 ottobre 2011

In vista dell'Iveco Australian Grand Prix di questo fine settimana, il cinque volte Campione del Mondo 500 Mick Doohan ha voluto dire la sua circa il predominio del connazionale Casey Stoner nella stagione 2011 e l'andamento dell'italiano Valentino Rossi in sella alla Ducati.

Con cinque titoli consecutivi conquistati e 54 GP vinti, Doohan è un personaggio che ben conosce le doti necessarie per essere i migliori in questo sport e la giusta maniera per mantenere sempre al massimo la voglia di vincere.

Nella stagione 2011 Stoner è stato capace di aggiudicarsi otto vittorie e di mettere insieme un gap di 40 punti sul rivale Lorenzo in classifica generale. Il pilota Repsol Honda potrà mettere mano al suo secondo titolo mondiale già nell’appuntamento australiano di questo weekend, nella sua prima esperienza con una nuova squadra dopo i 4 anni passati con Ducati.

Nel suo primo anno con Ducati (2007) Stoner è salito sul gradino più alto del podio nella gara di debutto in Qatar, aggiungendo poi altre 9 vittorie sulla strada verso il suo primo titolo di Campione del Mondo MotoGP. Nello stesso anno correva al suo fianco l'esperto Loris Capirossi, che terminò la stagione con una vittoria.

È un 2011 totalmente differente quello che sta vivendo il sette volte Campione del Mondo MotoGP Valentino Rossi. L'italiano può contare per ora su un solo podio e sul 6º posto della classifica generale, ovvero 161 punti in meno rispetto all'australiano. Doohan è convinto che questo tipo di differenze servano a sottolineare la supremazia di Stoner piuttosto che il calo di Rossi.

"Nel corso degli ultimi anni, Casey è sembrato l'unico capace di mettere a referto risultati costanti con Ducati. La differenza abissale fra lui e il suo compagno di squadra non ha fatto altro che confermare il suo predominio", ha dichiarato Doohan. "Anche se non ha vinto il Campionato negli ultimi anni, la sua bravura rimane priva di dubbio".

"Sono convinto che giunto verso la fine della sua esperienza con Ducati, il livello raggiunto dal suo stile di guida in sella alla Desmosedici era ben oltre quello che tutti si sarebbero aspettati”, ha commentato Doohan. "Casey ha avuto il suo periodo no, con i suoi errori e le sue cadute, ma ha poi realizzato che per rialzare la testa era necessario lavorare sulla moto".

Doohan crede che vedremo ancora Rossi nelle zone che contano, lottando con il gruppo dei piloti in testa? "È difficile da dire", ha dichiarato, "Ormai è in questo ambiente da parecchio tempo, ma per quanto si può rimanere totalmente 'immersi' in uno sport dimenticandosi di tutto ciò che ci circonda? Rossi ha detto la sua in 125, 250 e MotoGP: ha vinto tutto e può vantare un sacco di titoli e stagioni vissute da protagonista".

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™