La campagna per una guida sicura promossa da Buckler inizia da Jerez

giovedì, 14 aprile 2011

Il Buckler Forum 0,0 di questa stagione ha avuto inizio con il primo raduno tenutosi in occasione del Gran Premio bwin de España a Jerez.

Il secondo round della stagione 2011 del Campionato del Mondo MotoGP, tenutosi a Jerez durante il primo weekend di aprile, è stato l’occasione per il V Buckler Forum 0,0 a favore di una guida respondabile. Dopo un solo anno dalla sua inaugurazione, il Buckler Forum è diventato un importante punto di riferimento per saperne di più sugli ultimi sviluppi e sulle evoluzioni in materia di sicurezza nel motociclismo d'elite, ed è ormai visto come un modo perfetto attraverso cui sensibilizzare sia all'innovazione che alla sicurezza gli utenti della strada.

Il tema del Forum d'apertura di quest'anno è stato "Il doping e la sicurezza rapportati alla guida", un tema di attualità nei media. Fra le altre tematiche toccate, le nuove regolamentazioni anti-doping, la preparazione fisica e mentale, nutrizione ed idratazione – tutto relazionato sia al circuito che alla strada aperta.

Quattro esperti erano presenti per questo primo incontro del 2011. Il direttore sportivo esecutivo della Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM), Ignacio Verneda, ha parlato delle norme antidoping vigenti nelle competizioni motociclistiche. Presenti anche Marcos Hirsch, preparatore atletico e nutrizionista del Campione del Mondo MotoGP Jorge Lorenzo, l’ambasciatore di Buckler 0,0, Alex Crivillé, la cui presenza ha aggiunto il punto di vista di uno sportivo d’elite, e, direttamente da Dorna, il responsabile sicurezza membro della MotoGP Safety Commission, Javier Alonso.

Le nuove normative antidoping, che non sono limitate solo al motociclismo ma bensì applicabili a tutte le discipline sportive, sono state introdotte nel 2010, mentre è dal 1999 che vengono effettuati controlli antidoping nel mondo delle 2 ruote. Verneda ha dichiarato: "Sono stati effettuati circa 1.100 test in tutte le discipline motociclistiche, e di questi solo l’1,5% ha dato esito positivo. Questo dimostra quanto sia pulito il nostro sport. In MotoGP, dal 1999 ad oggi, sono state eseguite 184 prove, di cui solo una si è poi rivelata positiva".

Nel 2010 è stato lanciato il programma Guada che permette di controllare un determinato numero di piloti 24 ore su 24 per tutti i 365 giorni dell'anno. Per tutta la scorsa stagione, 25 corridori scelti fra le diverse discipline legate alla FIM, sono stati selezionati in modo casuale come parte del test, e nel 2011, quattro piloti MotoGP verranno scelti a caso dai primi 10 di ciascuna categoria per far parte di questo programma.

Secondo Verneda, questo sistema è stato creato con lo scopo di avere "uno sport pulito in tutte le discipline. Vogliamo che i motociclisti siano i primi ambasciatori di questo sport e desideriamo che la loro salute sia sempre al sicuro. In uno sport veloce come il motociclismo, un pilota sotto l'influenza di sostenze dopanti, può rappresentare un pericolo per la sicurezza degli altri".

Marcos Hirsch ha parlato dell'importanza della nutrizione, affermando che: "Con specifiche analisi tecniche, è possibile vedere come funziona il metabolismo di una persona e conseguentemente scegliere le corrette sostanze nutritive indicate per apportare benefici. Il cibo è la benzina del corpo, noi siamo quello che mangiamo. Le tre cose fondamentali ed immancabili per il raggiungimento di una buona prestazione sono l’allenamento, il cibo e il riposo. La difficoltà sta nel trovare il giusto l'equilibrio".

Alex Crivillé ha dichiarato: "Quando si è fisicamente in forma, la mente funziona meglio. Come ha detto Marcos, il cibo è importante e l'idratazione è un aspetto fondamentale per il corretto funzionamento del corpo e dei sensi. Si può arrivare a perdere fino a due litri d'acqua durante una gara, cosa che mi è successa durante in Malesia. La perdita di acqua porta ad un calo della concentrazione, delle prestazioni fisiche, aumentando la fatica e, di conseguenza, riducendo la velocità delle reazioni".

Parlando di controlli antidoping, Crivillé ha aggiunto: "I controlli antidoping sono una cosa positiva. Erano già in vigore quando ancora gareggiavo, anche se non erano così diffusi come lo sono ora. Penso che sia di estrema importanza controllare e, se necessario, sanzionare un comportamento antisportivo".

In conclusione del Forum, Javier Alonso ha detto: "È stato molto importante avere qui dei rappresentanti della FIM per poter spiegare ai piloti dove porterebbe loro una decisione sbagliata. Il programma Guada aiuta il nostro sport ad essere pulito. Per andare veloci i piloti non hanno bisogno di assumere sostanze dopanti".

Alonso ha anche annunciato due nuovi progetti volti a migliorare la sicurezza.

"Questo pomeriggio abbiamo avuto un incontro con la FIM, esperti in campo medico ed ingegneri tecnici, con l'obiettivo di definire un regolamento che ci permetterà di introdurre l'uso obbligatorio dell'airbag. Sono state invitate anche due importanti compagnie, Alpinestars e Dainese, vista la loro esperienza nel settore: entrambe hanno già i loro sistemi testati in alcune sessioni di prova e sarebbe quindi importante cercare di estenderne l'uso a tutte le gare".

Il secondo progetto in fase di sviluppo è un sistema che agirà sui freni per cercare di evitare incidenti e conseguenti infortuni. Dorna ha confermato che "con l'aiuto di Ducati e della Clinica Mobile abbiamo sviluppato un elemento che protegge il freno. Abbiamo portato con noi un prototipo. Dobbiamo ancora fare alcuni cambiamenti, ma effettueremo dei test con alcuni piloti a Brno, con l'idea di renderlo obbligatorio dal 2012".

Il Buckler 0,0 Forum sarà presente per tutta la stagione 2011 in tutti i GP spagnoli e la Buckler 0,0 sarà la birra ufficiale.

TAGS Spain

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™