Motegi pronta ad accogliere le stelle della MotoGP

giovedì, 29 settembre 2011

Álvaro Bautista, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Hiroshi Aoyama e Shinichi Itoh hanno presenziato alla conferenza stampa ufficiale che apre il fine settimana del Grand Prix of Japan.

Messe alle spalle tutte le polemiche, sul Twin Ring di Motegi andrà in scena durante questo fine settimana il GP di Giappone, 15º appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP 2011. Come sempre, spetta ai piloti invitati alla conferenza stampa del giovedì il compito di aprire il weekend.

L'attuale leader della classifica generale, Casey Stoner, era atteso come ospite della conferenza, ma un ritardo aereo ha costretto il pilota Repsol Honda a rinunciare. A sostituirlo è stato poi chiamato il pilota wild card giapponese Shinichi Itoh.

Assieme a Itoh, presenti anche Valentino Rossi, Hiroshi Aoyama, Álvaro Bautista e Jorge Lorenzo, scelto per dare il via allo scambio di battute con i giornalisti.

Lorenzo (Yamaha Factory Racing), attualmente 44 punti dietro Stoner con quattro turni (compreso questo weekend) rimanenti, ha dichiarato: "Casey ha vinto davvero parecchie gare, finendo sul podio più volte di ogni altro pilota. Forse ora è tardi per lottare con lui per la leadership della classifica generale, ma mancano ancora quattro gare, 100 punti in palio, quindi non si può mai sapere. Dobbiamo lottare per ottenere la vittoria in ogni gara".

Lorenzo ha chiuso con il 4º piazzamento finale nella gara di Motegi dello scorso anno, mentre è uscito vincitore dal GP del 2009. Il maiorchino prevede un fine settimana difficile e complicato: "In teoria questa è una pista non facile per noi, vista la presenza di lunghi rettilinei e punti con forti accelerazioni, ma ci presentiamo motivati e carichi. Vedremo cosa succederà".

Rossi, al momento 6º nella classifica generale, continua con il team Ducati il lavoro di sviluppo sulla Desmosedici GP11.1. L'italiano è salito sul podio di Motegi in ben nove occasioni nella classe regina, incluso il 3º piazzamento dello scorso anno ottenuto dopo una bella battaglia con l'ex compagno di squadra Jorge Lorenzo. Rossi scenderà in pista in sella allo stesso prototipo scelto per Aragón, con il telaio della GP11.1 in alluminio.

"È la stessa configurazione con le medesime modifiche già testate ad Aragón", ha commentato Rossi. "Sfortunatamente in quell'occasione c'è stato qualche problema con il grip nel posteriore, che ha portato ad un consumo incredibile della gomma. Qui avremo una situazione differente, dovremo per prima cosa capire le condizione della pista".

Ha poi continuato: "Arriviamo da un GP di Aragón poco convincente, e il risultato non è stato di certo ciò che ci aspettavamo. Nella gara di Motegi dello scorso anno abbiamo fatto bene, ottenendo un buon risultato finale, e la speranza è proprio quella di crescere durante questo fine settimana nella stessa maniera".

Subito dopo il round di Aragón, Rossi ha testato l'ultima versione del prototipo Desmosedici 2012 attualmente in fase di sviluppo, e a tal riguardo ha affermato: "Abbiamo girato a Jerez, raccogliendo dati ed informazioni preziose per proseguire con lo sviluppo della Ducati 2012. Continueremo in questa direzione fino alla fine di questa stagione".

Questo 15º round vedrà fra i protagonisti assoluti il pilota di casa Hiroshi Aoyama, che si presenta al Twin Ring determinato a mettere in scena un bello spettacolo per i suoi tifosi, su una pista dove ha vinto due volte in 250.

"Voglio per prima cosa ringraziare tutti coloro che hanno deciso di essere qui quest'oggi: significa molto per tutti gli appassionati di motociclismo giapponesi", ha dichiarato. "È la mia gara, davanti al mio pubblico. L'anno scorso ero segnato ancora dall'infortunio, quindi non ho potuto esprimere il mio massimo. Quest'anno mi sento bene, ho recuperato il dolore seguito alla caduta di Assen, e mi sento bene in sella alla mia RC212V. Il mio miglior risultato di questo 2011 rimane il 4º posto di Jerez e proverò in tutti i modi a superarlo".

Interrogato sul tipo di lavoro che intraprenderà in vista della gara di domenica, Aoyama ha poi aggiunto: "Subito dopo il via devo sempre faticare perché non posso spingere come vorrei, ma a partire dalla metà riesco a raggiungere e mantenere un buon passo gara. L'obiettivo sarà quindi lavorare e migliorare nei primi giri della gara".

Anche Bautista può vantare una vittoria in 250 sul tracciato di Motegi, e il pilota Rizla Suzuki giunge in Giappone con la voglia di proseguire il percorso intrapreso nelle ultime gare del calendario, dove ha dato ampia dimostrazione delle sue capacità in sella alla GSV-R.

"Nelle ultime prove abbiamo raccolto buoni risultati, e il nostro obiettivo rimane quello di continuare nella stessa direzione per avvicinarci al gruppo di mezzo con Dovizioso, Spies e Simoncelli. Stiamo lavorando bene, e cercheremo di cominciare al meglio sin dalle prime sessioni di libere. L'anno scorso ho chiuso con un 7º posto, ma quest'anno ritengo di avere le possibilità per far registrare un risultato più importante. È una buona pista per la GSV-R, e spero davvero di fare bene".

Itoh è stato l'ultimo a parlare, ed ha subito sottolineato la propria gioia nel poter correre nel GP di casa: "Dopo quanto successo in marzo, mi sembra un sogno poter scendere in pista qui", ha affermato. "Per prima cosa voglio ringraziare Honda e tutti i miei sponsors per avermi offerto un'opportunità del genere. In questo fine settimana darò il mio massimo, per rappresentare e dare speranza a chi ha sofferto e sta ancora sofferendo per quella terribile tragedia. Questa è una delle mie piste preferite, e anche se non sarò al livello dei piloti regolari, non mi tirerò mai indietro".

TAGS Japan

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™