Crutchlow non delude il suo pubblico

venerdì, 10 giugno 2011

Cal Crutchlow ha regalato emozioni a tutto il pubblico accorso sul circuito di Silverstone quest'oggi. Il pilota del team Monster Yamaha Tech 3 ha chiuso fra i primi 6 nonostante gli imprevedibili cambi del tempo atmosferico.

La sessione mattutina si è svolta interamente su pista asciutta ed ha permesso a Crutchlow di girare con un ritmo costante e veloce che ha portato il 25enne fra i primi sei tempi più rapidi del turno (2:05.007 per lui).

Nel pomeriggio, Crutchlow è sceso nuovamente in pista convinto di poter abbassare ulteriormente il proprio tempo, ma la prima pioggia ha cominciato a cadere poco prima dell'avvio delle FP2: pista bagnata in alcune zone e tempi visibilmente rallentati che però non hanno impedito all'esordiente inglese di concludere 4º.

Nonostante la poca esperienza sul bagnato in sella alla sua YZR-M1, Crutchlow ha dato sfoggio delle sue capacità e della sua abilità nell'adattarsi facilmente alle differenti condizioni del tracciato. Nel pomeriggio l'inglese ha messo a referto un crono di 2:18.109, dietro solo a Casey Stoner, Marco Simoncelli e Nicky Hayden.

Colin Edwards ha preferito approcciare la gara con cautela, visto il recente intervento seguito alla frattura della clavicola destra durante le prove libere del GP di Catalogna.

Il turno mattutino è stato più che altro un esercizio fisico per il 37enne americano, che ha provato a girare mantenendo un ritmo costante al fine di misurare la forza della spalla destra ed aumentare la confidenza persa dopo l'incidente.

Edwards ha accolto decisamente meglio degli altri piloti l'arrivo della pioggia che gli ha così permesso di girare impegnando meno sforzo fisico di quello richiesto dal veloce circuito inglese. L'americano ha chiuso entrambe le sessioni in 16esima posizione ma è fiducioso per la gara di domenica, dove proverà a conquistare qualche prezioso punto in ottica Campionato.

Cal Crutchlow, Monster Yamaha Tech 3
“Non ero troppo soddisfatto della mattinata, anche se ero fra i primi sei. Ho avuto alcuni problemi di stabilità con la moto e probabilmente, se ciò non fosse successo, avrei potuto chiudere nel gruppo dei primi 4. Ci sono ancora alcune cose da risolvere e sarebbe stata decisamente utile una sessione all'asciutto oggi pomeriggio. In questo modo, però, abbiamo avuto la possibilità di fare qualche giro con l'asfalto bagnato, utile per non arrivare impreparati in caso di pioggia domenica. Spero sinceramente in una corsa all'asciutto perchè posso rendere decisamente di più. Oggi pomeriggio è stato abbastanza complicato girare: incontravo una curva asciutta e subito dopo una bagnata. Era impossibile capire quanto spingere in un caso e nell'altro. Il supporto del mio pubblico è stato fondamentale: proprio per questo voglio migliorarmi e avvicinarmi il più possibile alla prima fila domani".

Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3
“Più che altro oggi il nostro obiettivo era riprendere un po' di confidenza con la moto. Non avevo intenzione di fare nulla di azzardato ma la spalla continuava a farsi sentire. Avverto dolore soprattutto nelle zone di frenata con curve a destra. Sia sull'asciutto che sul bagnato ho mantenuto un ritmo decisamente tranquillo, soprattutto nel pomeriggio. Le condizioni della pista di certo non aiutavano: un continuo susseguirsi di curve bagnate e curve asciutte. Non dobbiamo dimostrare niente a nessuno, ma sinceramente spero in una gara sul bagnato domenica: probabilmente riuscirei ad essere concreto nonostante i miei problemi fisici".

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™