A Montmeló miglior risultato stagionale per Capirossi

lunedì, 6 giugno 2011

Una battaglia, quella per il nono posto, durata quasi tutta la gara e risolta solo all'ultima curva quando Loris Capirossi ne è uscito vincitore ai danni del giovane Karel Abraham.

L'esperienza e la voglia di riscatto da parte del pilota emiliano hanno permesso al Pramac Racing Team di guardare al futuro con soddisfazione. In quella che considera la miglior gara fin qui dall'inizio della stagione, e non solo per il piazzamento, Capirossi conquista così sette punti, salendo a quota 16 nella classifica generale.

Continua, invece, lo sfortunato periodo per Randy De Puniet. Il francese, che in tutto il weekend catalano ha avuto a che fare con i problemi di set-up alla moto, è stato tamponato al terzo giro da Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini). Dopo essere passato in clinica mobile, Randy si è presentato ai box con una vistosa fasciatura alla caviglia destra. Per lui non sono da escludere problemi ai legamenti. Mercoledì, dopo la risonanza magnetica che svolgerà a Barcellona, verrà meglio identificata l'entità dell'infortunio.

Loris Capirossi, Pramac Racing
"Risultato senza dubbio positivo quello di oggi. Ho combattuto tanto, non si contano i sorpassi che ho fatto durante tutta la gara. Difficile trovare un lato negativo a questa giornata, anche la partenza è stata molto buona. Voglio considerare Barcellona come un punto di partenza per un nuovo percorso. Adesso non dobbiamo perderci in scelte sbagliate, lavoreremo come abbiamo fatto in questi giorni. Voglio ringraziare la mia squadra per come anche oggi ha svolto il proprio lavoro. Il nostro risultato è la conseguenza dell'efficienza del mio team".

Randy De Puniet, Pramac Racing
"Non sono affatto contento di come sono andate le cose. Sto attraversando un periodo abbastanza negativo. A Le Mans sono andato fuori dopo appena un giro, oggi le cose non sono cambiate un granché. Non so cosa sia successo ad Aoyama, me lo sono visto arrivare addosso mentre uscivo dalla prima curva. E' davvero un peccato perché ero davvero carico. Nei primi chilometri sentivo un buon feeling con la moto, pensavo di poter fare bene. Spero, almeno, di non essermi fatto niente alla caviglia. Sento un rumore strano quando cammino, spero che i legamenti non siano rotti".

Comunicato Stampa Pramac Racing.

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™