Buon inizio per Monster Yamaha Tech 3

venerdì, 13 maggio 2011

Il team Monster Yamaha Tech 3 comincia bene la preparazione del round giudicato il più importante della stagione, con Colin Edwards e Cal Crutchlow rispettivamente in settima e dodicesima posizione.

La prima giornata di prove libere si è svolta con condizioni climatiche ottimali, permettendo ad Edwards e Crutchlow di concentrarsi al meglio per la ricerca di ulteriori modifiche ed aggiustamenti per i rispettivi set-up, ritoccati dopo la giornata di test ufficiali di Estoril. Il pilota americano, entusiasta per il rinnovato grip posteriore, è riuscito ad abbassare il proprio tempo mattutino di circa un secondo, ed ha chiuso 7º con un 1:34.939, ovvero con solo mezzo secondo di gap dalla top 3.

L’ennesima riprova dell’abilità innata di Crutchlow di apprendere velocemente nuovi tracciati è arrivata dalle sessioni di oggi: è stato uno dei piloti Yamaha più veloce, adattandosi in fretta alle brusche frenate e alle improvvise accelerazioni che caratterizzano il Bugatti. Nono nella sessione mattutina, durante il pomeriggio abbassa di 6 decimi il proprio miglior tempo scivolando però in 12esima posizione.

Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3
”Sapevo che sarebbero arrivati grossi vantaggi dopo i cambiamenti fatti in occasione dei test ufficiali di Estoril, e le due sessioni di libere di oggi l’hanno confermato. Abbiamo apportato un paio di miglioramenti al set-up e ho sentito molto più grip nella parte posteriore della moto, cosa che mi ha dato più tranquillità e naturalezza nella guida. Oggi è stato sicuramente più facile girare alla ricerca del miglior tempo: non conta su quale circuito ti trovi, l’importante è riuscire a controllare la moto, a muoverla come tu desideri realmente, così da mettere assieme buoni giri senza troppi problemi. Sono contento di questa prima giornata e sarà importante continuare a fare bene, soprattutto per il team”.

Cal Crutchlow, Monster Yamaha Tech 3
“Sono abbastanza contento di come è andata oggi, a parte quel piccolo incidente verso la fine causato da un errore che ho fatto in frenata nella curva 6. Nonostante tutto ho chiuso a solo un decimo da Colin. La 12esima posizione non ci dà il giusto merito ma sono convinto che se domani proseguiremo con lo stesso spirito di oggi, potremo finire tranquillamente in top ten. La gente mi diceva che Le Mans sarebbe stato decisamente più facile da imparare rispetto a Jerez ed Estoril, ma credo non sia proprio così vista la difficoltà nell’accumulare i decimi necessari ad essere il più veloce. Lavoreremo per risolvere ogni problema ed avere una moto migliore che ci permetta di arrivare ad un grande risultato, vista l’importanza di questa gara per il team e Monster”.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™