Pedrosa al comando dopo il primo giorno di test di Valencia

martedì, 8 novembre 2011

Il pilota Repsol Honda è stato il più rapido del primo dei due giorni di test ufficiali in preparazione del 2012 tenutosi oggi sul circuito Ricardo Tormo di Cheste.

Si è conclusa a Valencia la prima giornata di test ufficiali MotoGP, con numerosi piloti per la prima volta in sella ai nuovi prototipi 1000cc che faranno il loro debutto nel prossimo Campionato del Mondo 2012.

Chi aveva precedentemente già avuto occasione di girare a bordo dei nuovi modelli in fase di sviluppo, non ha impegato molto tempo quest'oggi ad acquisire il giusto ritmo. La coppia Repsol Honda Dani Pedrosa e Casey Stoner, non nuova alla RC213V, si è immediatamente accaparrata la parte più alta della tabella dei tempi, con il pilota spagnolo autore di un 1:32.186 dopo 40 giri percorsi, e l'australiano finito sull'1:32.322 con 42 tornate sulle spalle. Nuovi feedback quindi per la casa giapponese dopo le informazioni raccolte dal duo nei precedenti test di Misano.

Ben Spies è tornato sulla sua M1 1000cc girando con un gap di circa un secondo dal passo gara di Pedrosa: l'americano si è fatto carico da solo dei doveri di collaudatore del prototipo Yamaha 2012, con Jorge Lotenzo ancora fuori per l'infortuno al dito di Phillip Island. Spies ha messo insieme un totale di 73 giri nell'arco dell'intera giornata, mettendo a referto un crono rapido di 1:33.226.

Primo contatto con la M1 Monster Yamaha Tech 3 del 2012 per la nuova line-up Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso. L'inglese è sceso in pista per completare 75 tornate, mentre l'italiano ha iniziato girando con la M1 800cc per aumentare la propria confidenza in sella alla moto prima di passare alla cilindrata maggiore con la quale ha poi percorso 49 giri.

Valentino Rossi ha offerto una buona quantità di informazioni a Ducati portando a termine più di 70 giri. Il compagno di squadra dell'italiano, Nicky Hayden, non si è potuto unire al gruppo a causa di un problema al polso conseguenza della caduta di domenica. Rossi ha utilizzato una GP12 dotata di un nuovo telaio perimetrale sperimentale firmando un 1:33.857, a 1.671 secondi da Pedrosa. Hector Barberá (Pramac Racing) e Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) hanno avuto occasione di provare la GP12 per la prima volta.

Molte le 800cc in pista, come per esempio quelle di Randy de Puniet e del nuovo Campione del Mondo Moto2 Stefan Bradl. De Puniet è salito in sella alla GSV-R di Rizla Suzuki per offrire alla squadra una nuova prospettiva circa il potenziale del prototipo, accumulando 55 tornate nel pomeriggio con un tempo rapido di 1:33.544. Bradl ha provato per la prima volta la LCR Honda RC212V, facendo segnare più di 60 giri nel suo debutto con un prototipo della massima categoria.

Molto l'interesse sollevato dalla presenza sul circuito di tre modelli CRT. Iván SIlva ha corso con un prototipo Inmotec, Carmelo Morales è salito a bordo di una Suter dotata di motore BMW per il team Laglisse, mentre Gianluca Nannelli e Federico Sandi hanno raccolto dati utili per la scuderia italiana Gapam.

La tabella dei tempi della prima giornata di test del martedì è disponibile qui.

TAGS 2011

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™