De Angelis protagonista del sabato mattina di Phillip Island

Moto2™, powered by
sabato, 15 ottobre 2011

Il sammarinese Alex De Angelis (JiR Moto2), autore del tempo più rapido delle FP2, si ripete nell’ultimo turno di libere a disposizione dei piloti Moto2 prima delle qualifiche del pomeriggio. Si piazza secondo il leader del Campionato Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), terzo Max Neukirchner (MZ Racing Team).

Con la classe intermedia si chiude il sabato mattina dedicato all’ultima sessione di prove libere dell’Iveco Australian Grand Prix, 15º appuntamento della stagione Moto2 2011. È il sammarinese Alex De Angelis (JiR Moto2) il più veloce dell’intera categoria: il numero 15 sale in sella alla sua MotoBi e nel penultimo dei 23 giri portati a termine blocca il cronometro sull’1:34.336, abbassando di circa un decimo il crono delle FP2 di ieri.

Firma il secondo tempo del turno l’attuale leader del Campionato Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), che gira in 1:34.541, a 205 millesimi da De Angelis. Lo spagnolo si vedrà aggiungere al tempo di qualifica del sabato pomeriggio un minuto extra di penalità per l'incidente occorso nelle FP1 del venerdì mattina fra lui e Ratthapark Wilairot. Il tailandese, trasportato all'Alfred Hospital di Melbourne, è stato sottoposto ad ulteriori esami che hanno poi escluso la presenza di fratture.

Ultimo a rimanere sotto l’1:35 è il tedesco Max Neukirchner (MZ Racing Team), che nella sua migliore tornata supera la linea del traguardo con un ritardo di 572 millesimi rispetto a quanto fatto registrare da De Angelis (1:34.908 il suo tempo).

In top5 troviamo poi il finlandese Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), 4º con un crono di 1:35.068 (+0.732s), e lo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2), autore di un 1:35.072 (+0.736s).

Il primo italiano della classifica è il pilota di Italtrans Racing Team Claudio Corti, che conquista il sesto piazzamento grazie al suo 1:35.090, a 754 millesimi dalla testa. Dietro di lui troviamo poi il turco Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP), 7º con un 1:35.092 (+0.756s), e l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), 8º con un 1:35.099 (+0.763s).

Tocca agli italiani Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) e Mattia Pasini (Ioda Racing Project) completare il gruppo di testa: il primo, in sella alla sua Moriwaki, mette a referto un 1:35.105 (+0.769s), mentre il secondo, nel terzultimo dei 22 giri percorsi, passa sulla linea d’arrivo con un tempo di 1:35.153 (+0.817s).

Solo 13º Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), mentre dobbiamo scendere fino alla 21esima piazza per trovare Simone Corsi (Ioda Racing Project) e alla 27esima per Andrea Iannone (Speed Master).

TAGS Australia

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™