Lorenzo non perde di vista Stoner

venerdì, 14 ottobre 2011

Prima giornata di prove libere dell'Iveco Australian Grand Prix per la coppia di piloti Yamaha Factory Racing, accompagnati in pista da condizioni meteo praticamente perfette, con vento nullo e temperature quasi estive.

Il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo non ha impiegato molto tempo a trovare il giusto ritmo nella sessione mattutina, diventando l'unico pilota in grado di avvicinarsi al leader del Campionato Casey Stoner. Il maiorchino ha chiuso le FP1 con il secondo tempo, a soli 0.269 secondi dalla testa. Nel pomeriggio, il leggero cambiamento delle condizioni della pista ha influenzato la tabella dei tempi dove Lorenzo è scivolato 3º, a 576 millesimi dalla pole provvisoria.

Vistosi miglioramenti per Ben Spies nel passaggio tra una sessione e l'altra. Il texano ha faticato non poco durante le FP1 nella ricerca di un buon passo gara, ma solo nel pomeriggio il set up della M1 ha permesso a Spies di balzare dall'ottava alla quarta piazza, levando quasi mezzo secondo al proprio crono.

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
"Stamattina mi sono sentito davvero bene in sella alla moto, ma nel pomeriggio non siamo riusciti a ripetere quella sensazione. Il tempo della mattinata è rimasto fuori dalla mia portata. Siamo arrivati fino a 5 decimi di gap e non sono del tutto convinto di sapere il perché. Forse è successo per le differenti condizioni della pista, ma non importa, vedremo cosa succederà domani. Sappiamo che Casey qui va davvero forte, ma non ci arrendiamo e proveremo comunque a vincere, e se non sarà possibile, proveremo a lottare per il podio".

Ben Spies, Yamaha Factory Racing
“Oggi c’era un buon feeling con la M1. Stamattina non ci siamo trovati bene con entrambe le moto, quindi eravamo consapevoli del fatto che nel pomeriggio ci saremmo dovuti inventare qualcosa. Nella FP2 abbiamo lavorato bene, anche se facciamo ancora fatica in alcuni reparti e dobbiamo crescere in vista di domani. Con le giuste modifiche potremmo guadagnare anche mezzo secondo, quindi ora lasciamo che se ne occupino i ragazzi. Sappiamo cosa non va, dobbiamo solo capire come risolverlo”.

Comunicato stampa Yamaha Factory Racing.

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™