Weekend giapponese da dimenticare per Ducati

domenica, 2 ottobre 2011

Fine settimana sfortunato per la coppia del team di Borgo Panigale, con Valentino Rossi fuori dai giochi dopo appena tre curve e Nicky Hayden settimo sulla linea d’arrivo.

Epilogo di gara amaro per Valentino Rossi che, scattato dalla terza fila della griglia di partenza, ha dovuto dire addio al GP di Motegi dopo solo tre curve per un contatto con Jorge Lorenzo. L’italiano finisce sulla ghiaia con l’altro pilota Yamaha Factory Ben Spies.

Buon avvio per Nicky Hayden che raggiunge un buon passo gara rimanendo coinvolto in un bel duello con lo spagnolo Bautista per la conquista della quarta piazza. Purtroppo, un’entrata troppo rapida nella curva numero 1, fa uscire largo l’americano che perde prezioso terreno chiudendo con il settimo posto finale.

Nicky Hayden, Ducati Team
“La nostra moto si è comportata bene per tutto il fine settimana. Anche se nel warm up ho fatto solo l’ottavo tempo, ho girato bene, in maniera consistente, e lungo in weekend sono stato in qualche modo competitivo su questa pista per la prima volta da quando ci corriamo. Pochi istanti prima del semaforo diversi piloti si sono mossi e per un attimo sono stato sul punto di cadere nella trappola del ‘jump start’. Alla prima curva mi sono toccato con Vale perdendo un po’ di terreno ma poi ho trovato un buon ritmo rapidamente. Quando Casey mi ha passato ho pensato di stare con lui e di superare Bautista ma purtroppo ho esagerato e sono finito fuori pista. Che peccato, perché oggi molti hanno sbagliato e ho avuto davvero la possibilità di fare bene. È stato un mio errore, chiedo scusa alla Ducati e a tutti i miei ragazzi che lavorano duramente. Comunque adesso andiamo a Phillip Island, una pista che mi piace e dove speriamo di fare una bella gara”.

Valentino Rossi, Ducati Team
“Abbandonare la gara dopo sole due curve è un vero dispiacere, soprattutto dopo un fine settimana in continua progressione e consapevoli di aver lavorato bene sulla moto. Questa mattina nel warm up ero quarto, avevo la possibilità di tenere il passo di 1:46 alto in gara e penso che anche la nostra scelta di gomme, dura dietro e morbida davanti, fosse valida. Considerando poi i guai che hanno avuto Stoner, Simoncelli e Dovizioso, avremmo tranquillamente potuto lottare per il podio, che per noi sarebbe stato molto importante. Siamo stati un po’ sfortunati, purtroppo alla prima curva Lorenzo è andato leggermente sull’erba e alla curva successiva si è spostato rapidamente per impostare bene la traiettoria. Io era un po’ dietro, non mi ha visto e mi ha toccato spingendomi contro Spies che, a sua volta, ha toccato la mia leva del freno. Un normale contatto di gara, mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Comunque qui abbiamo fatto un bel lavoro sulla moto e siamo stati più competitivi del solito. È un periodo impegnativo per noi ma speriamo di essere sulla buona strada”.

Comunicato stampa Ducati Team.

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™