Lorenzo: “Non mi aspettavo una gara del genere”

domenica, 2 ottobre 2011

Giornata positiva per il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo che sul Twin Ring di Motegi mette in scena una bella gara conclusa poi con il secondo gradino del podio. Sesto piazzamento per il compagno di squadra Spies.

Gara movimentata quella di oggi, con sorpassi, penalità inflitte a tre piloti e uscita sulla ghiaia del leader del Campionato Casey Stoner. Sfruttando quanto accaduto, Lorenzo ha concluso una buona gara mantenedo il ritmo imposto dal leader Dani Pedrosa fino al passaggio sul traguardo. Quando mancano ormai tre prove alla conclusione della stagione, il gap che lo separa da Stoner nella classifica generale ammonta ora a 40 punti.

Dopo aver combattuto nei primi due giorni del weekend giapponese con i dolori derivati da un'intossicazione alimentare, Ben Spies oggi si è presentato sulla linea di partenza in buona forma. Scattato bene dal via, nella curva numero 3 è entrato in contatto con il compagno di squadra Lorenzo rimanendo poi coinvolto nell'uscita sulla ghiaia di Valentino Rossi. Rientrato in ultima posizione, il texano si è poi reso protagonista di una bella gara conclusa con un incredibile sesto posto. Spies è ora 5º nella classifica generale a quota 156 punti.

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
"Non mi aspettavo una gara così strana, con Casey finito largo e Dovi penalizzato con un ride through.Inizialmente pensavo di potermela giocare con Pedrosa, però poi ha cominciato ad essere sempre più rapido. Oggi era la sua giornata, ha mantenuto un ritmo impressionante per la durata di tutta la gara. Voleva ad ogni costo la vittoria, e non ho potuto fare nulla per impedirglielo! Voglio ringraziare la mia squadra per tutto il duro lavoro svolto durante il fine settimana, e tutti i tifosi giapponesi accorsi per sostenerci oggi".

Ben Spies, Yamaha Factory Racing
“Gara particolare quella di oggi. Siamo partiti bene, e il feeling con la M1 era ottimo. Sono uscito bene dalla curva tre, subito dietro Dovizioso. Poi sono stato colpito da dietro e per un istante ho tolto la mano dal manubrio finendo sulla ghiaia. Mi sono rialzato e sono tornato in pista, sapendo che c’erano un paio di piloti più lenti e che quindi qualche punto era a portata di mano. A quel punto non ho fatto altro che spingere al massimo, sperando dentro di me di raggiungere la top ten. Visto quanto accaduto oggi in pista direi che il sesto posto è un risultato prezioso. Rimane un po’ di delusione perché senza l’intoppo iniziale la gara si sarebbe conclusa sicuramente in un altra maniera, ma purtroppo sono cose che capitano”.

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™