Mahindra debutta in Qatar

giovedì, 17 marzo 2011

Il team indiano inizierà questo fine settimana sul circuito internazionale di Losail la propria avventura del Campionato del Mondo MotoGP.

Mahindra, primo costruttore indiano ad entrare come team nel prestigioso Campionato del Mondo MotoGP, schiererà nella classe 125cc le sue moto prodotte dalla Engines Engineering di Bologna, sede italiana della ditta indiana stessa, moto che saranno guidate dal britannico Dany Webb e dal tedesco Schrötter.

Il Qatar è un posto emozionante per effettuare un simile debutto. Data la sua location nel bel mezzo del deserto, la cui sabbia spesso è portata in pista dal vento, le regolazioni della moto risultano difficili, causa anche i costanti dislivelli della superficie. E’ oltresì l’unica gara della stagione a svolgersi di notte e la pista illuminata dai riflettori rende maggiormente difficile il lavoro dei piloti.

Riguardo alla partecipazione di Mahindra al Campionato MotoGP, il Sig. Anand Mahindra, Vice-Presidetne e Direttore del Gruppo Mahindra, dice, “E’ un motivo di grande orgoglio per noi rappresentare l’India nel più prestigioso campionato del mondo delle due ruote. Le moto Mahindra concorreranno in una classe davvero competitiva e questa è un’opportunità ideale per noi, per mostrare la nostra forza nell’ingegneria e della domanda italiana. Il MotoGP è la via migliore per i giovani talenti motociclistici e la sua popolarità ed il suo seguito di fans è spettacolare. La nostra partecipazione ci aiuterà anche ad aumentare il potere globale del logo del Gruppo Mahindra”.

Il Team Principal Mufaddal Choonia annuncia il debutto del team. “Sono molto fiero di far parte del primo team indiano partecipante al Campionato MotoGP. Questo è un campionato importantissimo per tutti coloro che vi partecipano e stiamo tutti lavorando duramente per mostrare la nostra competitività".

"Mahindra è una multinazionale dai 7,1 miliardi di dollari di fatturato e che produce tre cose essenziali: prodotti, servizi e possibilità. È una società nuova nel mercato delle due ruote e l’entrata all’interno del MotoGP dimostra le nostre ambizioni. Non siamo nel mondo dello sport solo per fare numero, ma siamo qui per vincere. Può sembrare ambizioso, ma è quello che siamo. Capisco che questo possa essere un grande compito, ma siamo concentrati e lotteremo affinchè questo avvenga.” dice Choonia.

Il diciannovenne britannico Danny Webb di Tunbridge Wells, che quest’anno parteciperà alla sua quinta stagione nella categoria, ci confida: “Penso che la mia esperienza ed il mio potenziale abbia attratto il team, ma dall’altro lato, la forza del Gruppo Mahindra combinata con l’esperienza di Engines Engineering mi hanno condotto a loro. Il Qatar è la nostra prima gara insieme e ci stiamo concentrando per migliorare sempre più anche nel corso della stagione. La pista mi piace ma correre di notte è veramente inusuale. E’ un pò come essere nel gioco Playstation, devi imparare ad ignorare le ombre dei piloti dietro di te, dato che i riflettori te le fanno apparire come se fossero costantemente sopra di te. Sono fiducioso: possiamo fare un buon lavoro”.

Il diciottenne Marcel Schrötter di Pflugdorf, Germania, inizierà la sua seconda stagione nella categoria. “Sono ansioso di entrare in pista in Qatar: sarà bello ricominciare a gareggiare. Sto ancora imparando a gestire la moto 125, e questa è ancora in fase di sviluppo quindi è difficile predire come andrà la prima gara, ma sicuramente spingerò forte fin dall’inizio".

A monitorare le attività durante questi giorni è il team manager, Nicola Casadei. “È inutile dire che i test non sono andati come sperato, visto che sono stati interrotti dalla pioggia, ma abbiamo capito meglio la moto ed ora sappiamo come e dove migliorare. Il Qatar sarà un buon indicatore per capire a che punto siamo rispetto ai nostri rivali”.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™