Sullo scadere Bradl conquista la terza sessione di libere

Moto2™, powered by
sabato, 2 luglio 2011

Il pilota del team Viessmann Kiefer Racing chiude davanti all’intera classe intermedia le FP3. Inseguono Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) e Aleix Espargaro (Pon HP 40).

Ai piloti Moto2 il compito di concludere l’ultimo turno di prove libere che anticipano le qualifiche dell’ottavo appuntamento della stagione 2011, il Gran Premio d’Italia TIM. Il leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), nell’ultimo giro a sua disposizione, sottrae a Marc Marquez (Team CatlunyaCaixa Repsol) il posto nella linea più alta della tabella dei tempi: il tedesco blocca il cronometro sul 1:53.571, levando 3 decimi al tempo delle FP2 del venerdì.

Dopo averla fatta da padrone sia nelle FP1 che nelle FP2, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) sfiora la tripletta ma si deve arrendere nelle battute finali a Bradl, piazzandosi alle sue spalle a soli 39 millesimi: 1:53.610 il crono dello spagnolo.

Altro spagnolo ad occupare l’ultimo posto della top3: Aleix Espargaro (Pons HP 40), alla 16esima tornata delle 19 percorse, gira con un miglior tempo di 1:53.859, 288 millesimi più lento del tedesco in testa.

Scott Redding (Marc VDS Racing Team) termina in quarta posizione grazie al suo 1:53.892 (+0.321s), mentre la coppia di piloti Technomag-CIP, Kenan Sofuoglu e Dominique Aegerter, si accomoda rispettivamente in quinta e sesta piazza: il turco fa registrare un 1:53.916 (+0.345s), mentre lo svizzero è autore di un 1:54.102 (+0.531s).

Alex De Angelis (JIR Moto2) non riesce a ripetere la buona prestazione delle FP2 di ieri (1:53.471) e si deve accontentare del 7º posto con un crono di 1:54.138 (+0.567s). Due piloti italiani in ottava e nona posizione: Simone Corsi e Mattia Pasini, entrambi con i colori del team Ioda Racing Project, girano rispettivamente con 1:54.181 (+0.610s) e 1:54.247 (+0.676s). Ultimo della top ten l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), con un tempo di 1:54.321 (+0.750s).

Brutto incidente a circa 22 minuti dal termine: Ratthapark Wilairot (Thai Honda Singha SAG) perde il controllo della moto e cade mentre dalla curva sopraggiunge il pilota spagnolo Axel Pons (Pons HP 40) che non può evitare il tailandese, finendo con lui sulla ghiaia. Per Pons, lieve frattura del polso sinistro, mentre per Wilairot un forte dolore alla mano.

TAGS Italy

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™