Supremazia spagnola in Moto2: trionfa Marquez

Moto2™, powered by
domenica, 28 agosto 2011

Al Brickyard podio interamente spagnolo, con Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) per la quinta volta sul gradino più alto. Secondo Pol Espargaró (HP Tuenti Speed Up), terzo Esteve Rabat (Blusens-STX).

Al via l’undicesimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 2011. Dalla griglia dell’Indianapolis Motor Speedway, buona partenza per l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), l’italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project), e il detentore della pole Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol). In avvio perde invece qualche posizione l’uomo del team Speed Master, Andrea Iannone, che però non sta a guardare, e dopo pochi giri si colloca terzo, alle spalle di Corsi e Marquez.

Bradley Smith (Tech 3 Racing) e Esteve Rabat (Blusens-STX) si vanno ad aggiungere ai tre piloti nel gruppo di testa, mentre poco staccati troviamo gli inseguitori capitanati dall’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team). Il Campione del Mondo 125 in carica decide di mettersi all’opera, e al 7º giro si pone al comando dell’intera classe, intenzionato a costruirsi un sicuro vantaggio per una restante parte di gara in tranquillità. Dopo solo due tornate sale già a un secondo il gap.

Dietro di lui è un continuo susseguirsi di sorpassi, con Andrea Iannone, Esteve Rabat, e Simone Corsi che si alternano in seconda posizione, fino all’errore dell’italiano del team Ioda Racing Project, che sprofonda in settima piazza lasciando Marc Marquez al comando, seguito a 2 secondi da Iannone e a 3 da Rabat. A pochi decimi, controllano Bradley Smith e lo spagnolo Pol Espargaró, scattato dal 7º posto della griglia di partenza.

Proprio il pilota del team HP Tuenti Speed Up diventa il protagonista di una bellissima rimonta verso le zone alte della classifica finale: all’11º giro prende l’iniziativa e supera prima l’inglese di Tech 3 Racing e poi Andrea Iannone, piazzandosi dietro il connazionale Rabat.

I due danno vita ad un duello ricco di colpi di scena, con il numero 44 Espargaró abile a superare al 18º giro il pilota del team Blusens-STX, controllando poi con attenzione i giri finali che lo separano dal primo podio della sua avventura nella classe intermedia.

Incredibile prova del leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) che, lanciato dall’ottava fila dello schieramento, risale la classifica a suon di sorpassi fino a chiudere con un prezioso sesto posto finale che gli frutta utili punti nella lotta al titolo Moto2.

Conclude 4º l’inglese Bradley Smith seguito dal connazionale Scott Redding, mentre è 8º Mattia Pasini (Ioda Racing Project). Scivolano in 11esima posizione Andrea Iannone e in 14esima Simone Corsi.

La classifica generale vede ora al comando Stefan Bradl con 193 punti, seguito da Marc Marquez a quota 165, Andrea Iannone e Alex De Angelis a 96, e Simone Corsi a 93.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™