Bradl si ripete e conquista le FP2

Moto2™, powered by
venerdì, 24 giugno 2011

Il tedesco del team Viessmann Kiefer Racing è ancora il più veloce della classe. Inseguono Scott Redding (Marc VDS Racing Team) e Aleix Espargaro (Pons HP 40).

Continua la sfortuna per la classe intermedia nel weekend del settimo appuntamento della stagione 2011, l’Iveco TT Assen. Come già successo nelle battute finali delle FP1 di ieri, la sessione viene interrotta a circa 12 minuti dal termine, dopo tre cadute consecutive avvenute all’altezza della curva 10. Di nuovo dubbi sulla presenza di olio in pista e bandiera gialla esposta: piloti rientrati ai box e sessione terminata in anticipo tranne che per l’italiano Andrea Iannone (Speed Master) e l’australiano Anthony West (MZ Racing Team), tornati a girare a 3 minuti dalla fine.

Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), ripete l’ottima prova di ieri e va nuovamente a chiudere il turno davanti a tutto il gruppo, facendo registrare un crono di 1:39.488 e rimandendo l’unico sotto l’1:40.

L’inglese del Marc VDS Racing Team, Scott Redding, gira con una differenza di 566 millesimi rispetto al tedesco e fa segnare un tempo di 1:40.054. Alle sue spalle lo spagnolo Aleix Espargaro (Pons HP 40) che completa la top 3 con un crono di 1:40.207 (+0.719s).

È poi la volta di una coppia tutta italiana: Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) sale in sella alla sua Moriwaki e, alla tornata numero 17 delle 18 percorse, chiude il proprio giro più veloce fermando il cronometro sul 1:40.228 (+0.740s). Dietro di lui, il pilota romano Simone Corsi (Ioda Racing Project) che arriva 5º a 834 millesimi dal leader (1:40.322 il suo tempo).

Bradley Smith (Tech 3 Racing), protagonista di una caduta a pochi minuti dall’inizio del turno, va ad occupare la sesta posizione finale con un 1:40.345 (+0.857s). Con il pilota inglese, completano il gruppo dei primi dieci l’altro fratello Espargaro, Pol (HP Tuenti Speed Up), 7º con 1:40.430 (+0.942s), Claudio Corti (Italtrans Racing Team), 8º con 1:40.456 (+0.968s), Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), 9º con 1:40.571 (+1.083s), e Alex De Angelis (JIR Moto2), 10º con 1:40.648 (+1.160s).

Cadute, per fortuna senza nessuna conseguenza, per Elena Rosell, Javier Fores, Ricard Cardus e Kenny Noyes.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™