Nelle FP3 torna a farsi vedere Scott Redding

Moto2™, powered by
sabato, 27 agosto 2011

Già autore del tempo più rapido della prima sessione di libere del Red Bull Indianapolis Grand Prix, l’inglese del team Marc VDS Racing chiude davanti anche l’ultimo turno a disposizione dei piloti. Alle sue spalle Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) e Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing).

Si concludono con la classe intermedia i turni di prove libere che anticipano le qualifiche del Red Bull Indianapolis Grand Prix, undicesimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 2011. L’autore del tempo più veloce delle FP1 torna a piazzarsi sulla riga più alta della tabella dei tempi forte del suo 1:44.805, unico sotto l’1:45 con quasi due secondi in meno rispetto alla mattinata di ieri.

Termina di nuovo in seconda posizione l’attuale Campione del Mondo 125 Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), che, nel penultimo dei 20 giri percorsi, si mette alle spalle la linea d’arrivo con un crono di 1:45.145 (+0.340s).

In top3 anche il leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing): il tedesco, protagonista di una caduta all’altezza della curva numero 4 a sessione praticamente conclusa, fatica a trovare il giusto ritmo sull’asfalto del Brickyard e solo nelle battute finali fa segnare l’1:45.291 (+0.486s) che gli vale il terzo posto.

La classifica prosegue poi con lo svizzero Randy Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing), 4º con un 1:45.404 (+0.599s), e l’italiano del team Gresini Racing Moto2 Michele Pirro, 5º con un tempo di 1:45.635 (+0.830s).

Bradley Smith (Tech 3 Racing), momentaneo leader a circa metà del turno, chiude con il 6º piazzamento, 1:45.642 per lui (+0.837s), seguito dal vincitore dell’appuntamento di Brno Andrea Iannone (Speed Master), che firma un 1:45.668, a 863 millesimi dalla testa.

Ultime tre posizioni della top ten con Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2), giunto 8º con un crono di 1:45.687 (+0.882s), Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), 9º con 1:45.863 (+1.058s), e, in decima piazza, Mattia Pasini (Ioda Racing Project) con il suo 1:45.923 (+1.118s). Solo 18º l’altro italiano del team Ioda Racing Simone Corsi.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™