Emozionante battaglia al Mugello: la spunta Marquez

Moto2™, powered by
domenica, 3 luglio 2011

Sul circuito toscano va in scena un duello durato 21 giri dal quale esce vincitore Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol). Secondo Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), terzo Bradley Smith (Tech 3 Racing).

Ottavo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2: il Gran Premio d’Italia TIM offre ai piloti della classe intermedia le migliori condizioni possibili per affrontare i 21 giri previsti. Dalla pole position parte bene il Campione del Mondo 125 in carica Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), e come lui l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), dalla terza piazza.

Il sanmarinense Alex De Angelis (JIR Moto2) perde invece qualcosa ma riesce comunque a collocarsi in terza posizione, poco dietro la coppia Marquez-Smith che cerca di creare gap con il resto del gruppo. Cade l’italiano Raffaele De Rosa (Mapfre Aspar Team Moto2) durante il primo giro.

Nel frattempo prende forma il gruppo degli inseguitori con Xavier Simeon (Tech 3 B), Anthony West (MZ Racing Team) e Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing): quest’ultimo, scattato dalla settima piazza della griglia di partenza, riesce a salire in terza posizione mettendosi alle spalle di De Angelis dopo pochi giri dall’avvio. Seconda caduta italiana al 18º giro: finisce sulla ghiaia Michele Pirro (Gresini Racing Moto2).

Giro dopo giro, il gruppo di testa formato da Marquez, Smith, Bradl e De Angelis si stacca creando un divario di quasi tre secondi con il resto della classe, capitanato da Yonni Hernandez (Blusens-STX), seguito in sesta posizione dall’italiano Andrea Iannone (Speed Master).

Sorpassi azzardati e scambi di posizioni continui nel gruppo in vetta, con Bradl che prima sale al secondo posto e poi, a 15 giri dal termine, si pone al comando, inseguito da Marquez e Smith. Poco distante controlla la situazione Alex De Angelis.

Quando mancano 14 giri alla conclusione, cade il colombiano Hernandez alla curva numero 11, permettendo a Iannone di risalire al 5º posto, a tre secondi dalla testa. Proprio fra le prime posizioni continuano senza sosta i sorpassi, e nel frattempo il pilota del team Speed Master raggiunge il gruppo.

Dalle retrovie Simone Corsi e Pol Espargaro comandano il resto della classe, ma lo spagnolo è costretto ad arrendersi dopo che una caduta lo vede protagonista a 9 giri dalla fine, all’altezza della curva numero 4.

Nelle battute finali De Angelis scivola dietro in quinta posizione, mentre Iannone sale 3º: dura poco l’illusione podio per l’italiano, che deve cedere di fronte all’abilità dell’inglese Smith che si riprende la posizione perduta a 5 giri dalla bandiera a scacchi. Emozionante epilogo di gara con Marquez che stringe i denti e riesce a controllare il tedesco Bradl alle sue spalle fino a tagliare il traguardo che segna la sua vittoria numero tre nel Campionato in corso.

Chiudono 4º Alex De Angelis (JIR Moto2), 5º Andrea Iannone (Speed Master), 7º Simone Corsi (Ioda Racing Project), e 20º Mattia Pasini (Ioda Racing Project).

TAGS Italy

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™