Primi commenti di Rossi sulla GP12

mercoledì, 9 novembre 2011

Prima test ufficiali MotoGP ieri a Valencia con una giornata finalmente sgombra di nubi che ha permesso ai piloti della classe regina di sfruttare pienamente le sette ore a disposizione.

Valentino Rossi ha cominciato un importante lavoro di raccolta di informazioni in preparazione della stagione di test invernali 2012, effettuando una lunga serie di prove di set-up con la sua squadra e la supervisione del direttore tecnico Filippo Preziosi.

Sfortuna per il compagno di squadra dell’italiano, Nicky Hayden, che all’ultimo momento ha dovuto rinunciare ai test a causa delle conseguenze della caduta nella gara di domenica. Esami più approfonditi rispetto alle radiografie effettuate subito dopo il GP hanno infatti evidenziato due fratture, non scomposte, dello scafoide della mano destra e dello stiloide radiale del polso. Il tester ufficiale, Franco Battaini, nel pomeriggio ha preso il suo posto a fianco di Valentino Rossi.

Valentino Rossi, Ducati Team
“Questa moto si guida meglio della 800, anche se siamo appena all’inizio del nostro lavoro. Si può dire che il feeling sotto alcuni aspetti è migliorato mentre sotto altri molto simile a prima ma è esattamente quello che ci aspettavamo. Sappiamo infatti che stiamo facendo una lavoro di preparazione per la moto che poi useremo nei test del 2012, che saranno molto importanti. Il motore mi sembra vada già piuttosto bene, è veloce, anche se non mi sono mai trovato proprio con gli altri per un paragone diretto. In centro curva invece sono ancora un po’ lento e inoltre dobbiamo cercare di migliorare l’aderenza sul posteriore perché al momento non riusciamo scaricare bene la potenza a terra e quindi a sfruttarla tutta. Però come primo ‘assaggio’ non è male e la cosa davvero importante è che possiamo lavorare più liberamente sulla moto, modificare il bilanciamento, la distribuzione dei pesi, le misure e quello che serve per preparare i prossimi importanti tre mesi di lavoro”.

Nicky Hayden, Ducati Team
“Ieri mattina mi sono messo la tuta e sono andato al box ma non mi sentivo a posto. Sono andato in clinica per un antidolorifico e uno dei medici dopo aver esaminato ancora la mano mi ha consigliato di fare una TAC. Siamo quindi andati in ospedale e sono emerse due frattue. D’accordo con i medici e il mio fisioterapista ho deciso di no guidare anche se c’erano delle cose davvero importanti che avrei voluto provare. Lo scafoide è un osso particolare e se non fai attenzione può volerci tantissimo a guarire dato che non è molto irrorato. Ho scelto di stare a guardare i test. Farò altri esami e deciderò se operarmi o meno”.

Comunicato stampa Ducati Team.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™