Edwards e Crutchlow soddisfatti dopo le difficili qualifiche

sabato, 2 aprile 2011

I due piloti della Monster Yamaha Tech 3, Colin Edwards e Cal Crutchlow, si presenteranno domani rispettivamente in ottava e nona posizione sulla griglia di partenza del Gran Premio bwin di Spagna dopo una sessione di qualifiche caratterizzata da diverse cadute.

L’americano Colin Edwards partirà a metà della terza fila dopo aver fatto segnare un tempo di 1:39.895, ottenuto grazie anche alla sua bravura nell’aver sfruttato le modifiche fatte alla propria moto. Modifiche riguardanti il reparto freni e la risposta della sua YZR-M1 in curva. Solo due decimi lo separavano da quella che sarebbe stata una meritata posizione in seconda fila, ma la sfortunata serie di cadute che ha coinvolto diversi piloti, l’ha visto protagonista a circa 4 minuti dal termine della sessione, impedendogli così di fare meglio.

Crutchlow è stato autore di un'altra prestazione eccezionale che gli ha permesso di finire per la seconda volta successiva, fra i primi dieci qualificati. Sicuramente un buon risultato per il rookie della MotoGP. Nelle FP3 della mattinata, l’inglese ha fatto registrare il 7º tempo più veloce posizionandosi davanti al compagno di squadra Edwards e al pilota di Yamaha Factory Racing Ben Spies.

Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3
"Non è facile essere felici con un 8º posto, ma onestamente ho dato tutto quello che potevo e la dimostrazione è stata la caduta verso la fine della sessione, dove forse ho osato troppo. Con il livello alto a cui è giunta la competizione, è veramente difficile cercare di avvicinarsi alla seconda fila se non si prendono dei rischi. Tutto sommato, la sessione non è andata male perchè le modifiche fatte alla parte anteriore della moto mi hanno dato quel qualcosa in più che stavo cercando e mi hanno permesso di rimanere sotto l’1:40".

Cal Crutchlow, Monster Yamaha Tech 3
"Sono davvero felice dato che non conosco molto bene questo circuito e davanti a me, sulla griglia, ci sono piloti di talento. Questa mattina ho chiuso 7º le FP3 e 9º le qualifiche del pomeriggio: questo è un chiaro segno dei progressi fatti. È la ricompensa del duro lavoro fatto da me e dall’intera squadra. Abbiamo apportato grossi cambiamenti nella parte anteriore della moto e mi sono sentito decisamente a mio agio sulla pista oggi: purtroppo tutto ciò a discapito della parte posteriore. Proprio per questo dovremo continuare a lavorare per cercare il giusto equilibrio. Il mio obiettivo sarà terminare fra i primi dieci nella gara di domani. I miei tempi sono solo poco dietro quelli di Hayden e Aoyama, come successe in Qatar. Spero di riuscire a fare quel passo in più necessario a dar loro battaglia e ad ottenere un buon risultato".

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™