Edwards e Crutchlow fianco a fianco ad Estoril

sabato, 30 aprile 2011

Colin Edwards ha fatto segnare la sua miglior qualifica di questa stagione MotoGP 2011 con la settima posizione sulla griglia. Ottavo il compagno di squadra Cal Crutchlow.

Nonostante alcune zone del circuito ancora umide per la pioggia notturna, Edwards e Crutchlow si sono qualificati con una differenza di 0.109s l’uno dall’altro al termine del turno pomeridiano. Colin ha chiuso con 1:38.080, ovvero il miglior tempo fatto registrare da una moto satellite, con un gap di solo 0.007s dalla seconda fila. Il risultato è giunto dopo i miglioramenti apportati alla parte anteriore della sua YZR-M1 durante le sessioni di libere delle prime due giornate.

Crutchlow è riuscito a girare bene mantenendosi sempre fra i primi 10, nonostante la minaccia continua del maltempo. Per la terza gara consecutiva, il Campione World Supersport 2009 partirà davanti al nove volte Campione del Mondo Valentino Rossi.

Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3
"Questo è il mio miglior risultato in qualifica della stagione finora, e sono decisamente felice considerato il livello alto a cui è giunta la competizione. Ho dato tutto quello che avevo, sebbene le condizioni non fossero proprio le più adatte. C’erano ancora un paio di zone bagnate vicino all’ultima curva, e mi hanno leggermente portato fuori linea. Immagino sia stato lo stesso per tutti, ma mi è capitato per 2 volte interrompendo il ritmo che avevo preso. Sentivo bene la moto e con le condizioni di oggi non penso saremmo potuti andare più veloci. Abbiamo apportato alcune modifiche nella parte anteriore, quindi ora si tratta di sederci e capire se quanto fatto potrà essere d’aiuto nella gara di domani. Partire subito dietro le moto ufficiali è un chiaro segno di quanto bene stia lavorando il mio team e cercherò di ripagarli domani dando tutto".

Cal Crutchlow, Monster Yamaha Tech 3
"Non penso avrei potuto far meglio. Se posso permettermi di continuare a correre su circuiti a me sconosciuti qualificandomi fra i primi dieci, non posso che essere felice. Per un attimo ho anche sperato di finire in seconda fila, ma partire tra Edwards e Rossi nella mia prima gara qui ad Estoril, è una gran bella soddisfazione. È una pista sicuramente ostica, molto fisica, e ho avvertito dei dolori al braccio destro che mi hanno costretto a sforzare di più il sinistro e di conseguenza la spalla, operata l’inverno scorso. Sono comunque fiducioso per domani e proverò a ripagare la mia squadra per il gran lavoro fatto. L’obiettivo è chiudere fra i primi 10 ed accumulare preziosa esperienza per il futuro".

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™