Danny Webb: "Lotterò per finire tra i primi 5"

giovedì, 15 marzo 2012

motogp.com ha parlato con l’inglese Danny Webb in vista del terzo ed ultimo test Moto3 di Jerez per fare con lui il punto della situazione nello sviluppo del prototipo Moto3 Mahindra.

Danny Webb, veterano della classe 125cc, per la stagione 2012 difenderà nuovamente i colori del team Mahindra Racing nella nuova categoria Moto3. Il 21enne è stato raggiunto dai microfoni di motogp.com con i quali ha discusso delle aspettative e degli obiettivi per l’imminente campagna che lo vedrà confrontarsi con la velocità di KTM e Honda.

Come ti senti dopo questi due test?
“Sono positivo. C’erano ancora piccoli punti da sistemare ma la squadra è scesa in pista per dei test lunedì con Riccardo (Moretti, collaudatore Mahindra) e dovrebbero aver fatto ulteriori progressi. Siamo ancora nelle fasi iniziali dello sviluppo, mentre KTM e Honda sono al lavoro già da un po’, ma non ci possiamo per niente lamentare. Per quel che mi riguarda, ho preso rapidamente confidenza con la 4 tempi, quindi penso che, una volta corretti gli ultimi aspetti, dovremmo esserci”.

Quali sono le aree da migliorare?
“Dobbiamo lavorare sull’accelerazione e sul freno motore. Si tratta di piccoli passi in avanti, ma una volta fatti vorrà dire che saremo pronti”.

Come ti senti in sella ad una 4 tempi?
“Mi sento bene ed è decisamente piacevole. Per adesso scivolo ancora leggermente in curva, e questo non ci permette di registrare il tempo sul giro, anche se devo ammettere che la cosa mi diverte. Questo particolare permette ai piloti KTM e Honda di staccarsi da noi, quindi una volta risolto questo punto dovremmo riuscire ad avvicinarci”.

In quali aree pensi che Mahindra sia ancora indietro rispetto ai pacchetti di KTM e Honda?


“Credo fondamentalmente in entrata ed uscita di curva. Nel centro delle curve veloci siamo messi bene e riusciamo a stare dietro a Viñales e agli altri ragazzi nel gruppo di testa. Quindi dovremmo migliorare solo nelle curve lente, dove c’è da fare un pesante uso dei freni e bisogna scalare marcia”.

Quali sono le tue aspettative per il prossimo anno?
“Voglio essere in top 10 per il primo periodo, poi proverò a spingere al massimo per assicurarmi un posto fra i primi 5. La confidenza con la moto è decisamente alta, e una volta sistemate le ultime questioni sono sicuro riusciremo a puntare alla testa. Non voglio partire con troppe speranze col rischio poi di rimanere deluso, quindi proverò ad affrontare le cose così come verranno, un passo dopo l’altro”.

Quanto dovrai cambiare il tuo stile di guida per adattarti al prototipo Moto3?
“Abbastanza! Ma ammetto di non aver incontrato finora grandi difficoltà perché sono convinto che il motore 4 tempi si adatti maggiormente al mio stile rispetto al 2 tempi. Quando la sento scivolare in entrata di curva, suppongo che dovrei provare ad essere più aggressivo, dato che la moto lo permette”.

Quanto è attualmente coinvolto nello sviluppo del prototipo il tuo compagno di squadra Marcel Schrotter?
“Io e Marcel lavoriamo a stretto contatto, quindi possiamo entrambi trasmettere i nostri feedback e spiegare alla squadra le sensazioni, così che, grazie ai dati raccolti, si riesca a procedere nella giusta direzione. Sono convinto che questo modo di fare possa rivelarsi molto utile a Mahindra”.

Tu e Marcel siete simili come piloti? I vostri feedback riportano sensazioni somiglianti?
“Si, a parte qualche aspetto del telaio, dove lui segue un percorso leggermente differente dal mio a causa del suo stile di guida. Ma tolto questo punto, siamo molto simili, anche per le sensazioni provate con il motore. Inoltre siamo buoni amici, e penso sia un fattore importante perché ciò ci permette di condividere informazioni e dati senza nessun problema”.

Chi vedi tra i favoriti quest’anno e quali saranno i tuoi avversari?
“Io penso che Viñales e Cortese siano destinati a fare bene, così come molti dei ragazzi KTM. Spero che sia io che Marcel riusciremo a girare con loro. Entrambi siamo consapevoli di essere allo stesso livello e di avere la stessa velocità, e questo rende Marcel uno dei miei principali avversari. È il mio compagno di squadra, nonché un buon pilota, quindi scenderò in pista per provare a batterlo”.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™