Furusawa rivela i colloqui con Ducati

giovedì, 23 agosto 2012

In un'intervista con l'esperto giornalista MotoGP Akira Nishimura, Masao Furusawa parla dell'approccio di Ducati nei suoi confronti.

Una figura chiave nel successo di Valentino Rossi in Yamaha, Masao Furusawa, è stato recentemente a colloquio con il capo del progetto Corse Ducati, Filippo Preziosi, per discutere su come migliorare la Desmosedici GP12, una moto con cui Rossi è stato in grado di ottenere un solo podio fino ad ora in questa stagione.

In un'intervista con Akira Nishimura, Furusawa ha regalato vari dettagli del dialogo con Filippo Preziosi, tenutosi in Italia alla fine di luglio.

"Abbiamo parlato di fonamentali, di come una moto dovrebbe essere disegnata. È rimasto molto impressionato e ha voluto che parlassi anche con i suoi colleghi. Due giorni dopo, nel nostro secondo incontro, ha voluto che fosse presente il suo responsabile del telaio" ha spiegato Furusawa, che aveva lasciato Yamaha nel 2010, ultima annata di Rossi con la casa giapponese.

"Non ho ovviamente potuto rivelare informazioni relative a Yamaha, e non siamo assolutamente entrati nei dettagli. Gli ho solo spiegato il mio approccio e il relativo modo di pensare e metodo che ho impiegato nel 2004. Per esempio, il 'triangolo centroide', ovvero quel triangolo creato dalla correlazione fra i punti di contatto delle gomme anteriore e posteriore con l'asfalto e il baricentro della moto, in cui il punto superiore non deve mai allontanarsi troppo dal centro in nessuna delle due direzioni. O anche, parlando di sospensioni, loro parlano sempre in termini di 'rigidità', io invece di 'frequenza', cercando di rendere quella delle due sospensioni più simile possibile, per addolcire i trasferimenti di carico. Tutto ciò che ho spiegato a Filippo è stato a livello di maniera di pensare".

"Ho dovuto chiedergli perché mi aveva contattato. Se mi fossi unito a loro e migliorato i loro risultati, avrei dimostrato che gli sviluppi tentati da lui erano errati. O nel caso avessi fallito, il risultato sarebbe stato identico. Gli ho chiesto: "In ogni caso, sarà inevitabile che tu debba prenderti le tue responsabilità. Perché correre un rischio così grande?"E Filippo immediatamente ha risposto: "Non importa se perdo il mio ruolo, non mi interessa affatto. L'unica cosa che mi interessa è creare una moto migliore". Ho pensato subito: "Filippo, hai un vero spirito da Samurai"

In un'intervista integrale, Furusawa ha raccontato anche il breve incontro con Rossi in Italia. Leggi l'intervista integrale su motomatters.com

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™