Khairuddin, primo podio malese della storia

lunedì, 22 ottobre 2012

Giusto il giorno dopo aver festeggiato i suoi 21 anni, il pilota malese Moto3™ Muhammad Zulfahmi Khairuddin entra nella storia regalando al proprio Paese il primo podio in assoluto, ovvero il 2º piazzamento nel Malaysian Motorcycle Grand Prix 2012 corso domenica sull’asfalto del Sepang International Circuit.

 

Il risultato conquistato ieri non si è trasformato per pochissimo in un perfetto regalo di compleanno per il giovane originario di Banting, che credeva nella vittoria fino a quando, solo al comando a due curve dalla linea d’arrivo, il tedesco Sandro Cortese ha voluto chiudere nella maniera migliore possibile la giornata della sua proclamazione a Campione del Mondo Moto3™, conquistando il gradino più alto del podio. 

  

Partito dalla pole position, Zulfahmi è rimasto al comando del gruppo fino alla terza curva del primo giro, quando si è visto costretto a cedere il passo al pilota Mapfre Aspar Team Moto3 Jonas Folger.

 

“È stata una strategia pensata prima dell’inizio della gara, frutto delle nostre passate esperienze. Ero consapevole della maggior velocità della mia moto sul rettilineo rispetto a quella di Folger, quindi non era un problema averlo davanti”, ha dichiarato Zulfahmi.

 

Quando mancavano 8 giri al termine, le bandiere hanno cominciato a segnalare l’arrivo della pioggia spingendo così il giovane malese a fare la sua mossa ai danni di Folger, ponendosi al comando fra le ovazioni del pubblico di casa.

 

“Nel momento in cui ho visto le prime gocce cadere sul mio visore, ho deciso di superarlo e mettermi davanti. Temevo che l’arrivo della pioggia significasse bandiera rossa di lì a poco. Proprio per questa possibile eventualità desideravo essere al comando”.

 

 “La debole intensità della pioggia però ha permesso il prosieguo della gara, quindi mi sono limitato a spingere al massimo”, ha affermato Khairuddin, che ha affrontato le ultime tornate della gara a suon di sorpassi con il rivale Folger, sempre supportato dal pubblico malese tutto in piedi a fare il tifo.

  

Con cinque giri all’arrivo, Cortese non si è dimostrato chiaramente contento della propria posizione, rimboccandosi le mani fino a portare la propria KTM davanti a Folger prima e a Khairuddin poi. Tutto si è deciso nelle ultime curve, con il tedesco Campione del Mondo capace di mettersi alle spalle il rivale malese all’altezza della tornata finale impedendogli così la vittoria davanti al proprio pubblico.

 

“Ho fatto un errore nella penultima curva, permettendo a Cortese di passare. Ho provato a riprenderlo ma ho frenato troppo tardi. C’è stato un brivido in sella alla moto proprio negli attimi finali e a quel punto mi sono reso conto che il secondo posto era sicuramente meglio di una ipotetica caduta”.

“Sono contento della 2ª posizione. Vorrei ringraziare tutto il pubblico: sono stati incredibili e il loro supporto è stato prezioso per me. Un grazie anche a KTM per la moto: si è comportata egregiamente per tutto il fine settimana”, ha poi aggiunto Zulfahmi.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™