Nakamoto, fiducioso per 2013 e nuovi regolamenti

lunedì, 12 novembre 2012

Marquez, 2013, centralina unica a partire dal 2014 e molto altro in questa intervista speciale di motogp.com al vice presidente esecutivo di HRC Shuhei Nakamoto.


Si chiude la stagione 2012 a Valencia e Shuhei Nakamoto, Vice Presidente Esecutivo di HRC, si è detto deluso per il mancato arrivo del Campionato piloti, a causa soprattutto di un inizio d'annata complicato dal chattering e dalla nuova gomma anteriore, ma molto soddisfatto per il raggiungimento del titolo costruttori.

A partire da domani test 2013 e grande concentrazione sul nuovo binomio Pedrosa-Marquez. Nakamoto non parla dei nuovi dettagli tecnici della RC213V, ma spera in un'annata all'altezza: il numero 26 si concentrerà sulla valutazione della nuova moto, mentre il Campione del Mondo in carica Moto2 inizierà l'adattamento alla nuova cilindrata.

Parlando a proposito della stagione 2014, Nakamoto ha spiegato che la “Production Racer” di Honda, un prototipo che dovrebbe essere più accessibile agli altri team, rimane nei suoi piani. Una versione sarà pronta per i test pre-2014 e sarà dotata di motore "spring", trasmissione standard e un software unico per ridurne i costi. L'ultimo dettaglio permetterà al prototipo in questione di beneficiare del limite di deposito benzina di 24 litri.

A proposito di software unico, al quale Nakamoto si era sempre detto contrario (riferendosi però alla combinazione hardware-software), il managar giapponese si è addirittura detto soddisfatto riguardo la possibilità di utilizzare un software Honda nella ECU standard.

Guarda l'intervista integrale di Nakamoto qui su motogp.com!

TAGS 2012 Repsol Honda Team

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™