Pedrosa pronto per il secondo appuntamento di Sepang

Pedrosa ready for second Sepang test
lunedì, 27 febbraio 2012

Il pilota del team Repsol Honda parla dei primi test ufficiali dello scorso mese e prepara il suo ritorno in Malesia dove porterà avanti il lavoro di sviluppo della nuova RC213V.

Con sei settimane dall'inizio del Campionato del Mondo MotoGP™ 2012, il team Repsol Honda torna questa settimana nuovamente in azione sul tracciato di Sepang (Malesia). Tra la prova sostenuta lo scorso mese sulla stessa pista e quella in programma a partire da domani, Dani Pedrosa ha approfittato per continuare il lavoro sulla propria forma fisica con l’obiettivo di adattarsi al meglio alle caratteristiche della sua Honda RC213V.

Da domani Pedrosa tornerà a vestire la tuta della casa giapponese per sfruttare al massimo i tre giorni a disposizione per il lavoro sulla 1000cc. Giovedì, a test conclusi, il pilota Repsol Honda farà ritorno in Europa per recarsi a Madrid, dove sabato è atteso dai suoi tifosi al Palacio de Deportes de la Comunidad de Madrid, scenario della presentazione del team Repsol 2012.

In una video intervista realizzata al termine della prima prova dell’anno (sempre in Malesia), il motociclista di Barcellona ha espresso le proprie impressioni sulla nuova moto e sui principali cambiamenti riscontrati sul prototipo in sella al quale affronterà la campagna 2012:

"Il test è andato abbastanza bene. Siamo riusciti a provare parecchie cose per essere la prima uscita. È evidente che la moto è molto più potente e fisicamente più dura, e proprio per questo risulta scontata la stanchezza alla fine della terza giornata”.

Analizzando nello specifico le differenze tra la 800cc e la nuova 1000cc, Pedrosa ha segnalato: “Queste moto possono frenare più tardi e affrontare più rapidamente le curve. Se però andiamo a guardare i tempi, sono molto simili”, e spiega inoltre che la sua preparazione fisica invernale ha richiesto alcuni cambi per adattarsi alla più potente e più pesante RC213V.

”Guidare questa moto è più duro che guidare la 800cc. Ho dovuto rafforzare le spalle, soprattutto dopo l’infortunio subito lo scorso anno. L’idea era mettere insieme una buona base per poi cominciare a caricare. Nella prima prova ho avuto modo di capire i requisiti per questa moto e ora posso contare su una quantità maggiore di informazioni per capire quali aspetti curare maggiormente”, sottolinea lo spagnolo che riconosce inoltre che l’aumento del peso del nuovo prototipo (4kg in più rispetto a quello provato a Valencia lo scorso novembre) è un fattore che non è passato inosservato: "Il peso è abbastanza evidente, soprattutto in fase frenata e nei cambi di direzione, è un qualcosa di negativo, ma purtroppo le cose ora funzionano così”.

Nel video Pedrosa dice la sua anche sugli altri piloti Repsol presenti nelle categorie Moto2 e Moto3. Su Marc Marquez: “Credo abbia dimostrato a tutti di essere un grande pilota. È dotato di molto talento e sicuramente sarà uno dei favoriti nelal corsa al titolo nel prossimo Campionato del Mondo. Ha messo in chiaro a tutti il proprio potenziale lo scorso anno, ma quest’anno dovrà vedersela con rivali dotati del suo stesso talento”.

Sul debutto della nuova categoria Moto3 e dei due piloti schierati con Repsol, Miguel Oliveira e Alex Rins, lo spagnolo aggiunge:

”È una classe del tutto nuova, e proprio per questo non sappiamo come si comporteranno le moto o quali saranno i piloti destinati a balzare nella parte alta della classifica. Oliveira e Rins conoscono già alcuni dei circuiti, forse Miguel ha un po’ più di esperienza, ma quanto fatto in 125cc sicuramente tornerà a loro favore”. Infine Pedrosa parla della recente incorporazione al gruppo dei piloti difensori dei colori Repsol, il giovane talento Maverick Viñales: “Ha uno stile di guida straordinario, e parte come uno dei favoriti. Vedremo se le moto risponderanno bene e ci sarà parità di condizioni in pista”.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™