Lorenzo rompe il dominio di Stoner in Qatar

domenica, 8 aprile 2012

Prima vittoria stagionale per il numero 99 bravo a gestire le gomme nella parte finale di gara. Sul podio Pedrosa, secondo, e Stoner, solo terzo.

Nuove moto, vecchie partenze. Dani Pedrosa non si smentisce e nell’uscita dai blocchi del Commercialbank Grand Prix of Qatar passa in un battito di ciglia dalla settima alla seconda posizione. Davanti a lui resiste Jorge Lorenzo, mentre Casey Stoner per il momento si conforma con la terza posizione, seguito a distanza dalle due Monster Yamaha Tech3 di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow.

Valentino Rossi partito decentemente dopo 5 giri è decimo, ma un dritto mentre si trovava in scia di Karel Abraham lo rimanda nelle posizioni di coda. Non sembra una giornata positiva per l’italiano, specchio di un fine settimana per ora da dimenticare. Proprio il pilota ceco è protagonista poco dopo di un’uscita di pista che lo porta al fondo del gruppo MotoGP.

Si ritira Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) dopo otto giri, seguito a ruota da Karel Abraham, mentre è in grande difficoltà Ben Spies (Yamaha Factory Racing) solo undicesimo, davanti a lui Rossi.

A metà gara il copione sembra scritto con Casey Stoner lanciatissimo verso la prima vittoria stagionale. L’australiano gira costantemente tre-quattro decimi più rapido del primo rivale Jorge Lorenzo. Pedrosa rimane sornione alle spalle del connazionale, magari risparmiando un po’ di pneumatico per le ultime tornate.

A tre giri dal termine Pedrosa attacca Lorenzo, con il pilota Yamaha Factory racing che a sua volta si lancia su Stoner e trova la prima posizione. Un giro più tardi è la volta di Pedrosa che in staccata passa Stoner. Vince Jorge Lorenzo chiudendo il dominio dell’australiano che in Qatar aveva trionfato quattro volte negli ultimi cinque anni. Dani Pedrosa è secondo con un risultato a dir poco inaspettato.

Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) la spunta su Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech3) ed è quarto. Nicky Hayden (Ducati Team) è la prima Ducati all’arrivo con il compagno di squadra solo 10º.

In CRT Colin Edwards è praticamente perfetto. Il pilota del team NGM Mobile Forward Racing doma la sua Suter BMW e chiude al 12º posto assoluto, con Randy de Puniet (Power Electronics Aspar) e Yonny Hernandez (Avintia Racing MotoGP) subito dietro. Tra gli italiani solo Mattia Pasini (Speed Master) passa la bandiera a scacchi ed è 17º.

TAGS Qatar

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™