Pedrosa imprendibile, Stoner quasi podio

domenica, 19 agosto 2012

Il Repsol Honda Team è stato protagonista del secondo appuntamento americano della stagione, Il Gran Premio d’Indianapolis, regalando ad Honda un’altra splendida vittoria, che con questo successo ha conquistato le ultime cinque gare disputatesi negli Stati Uniti.

Dani Pedrosa ha letteralmente dominato ad Indianapolis, aggiudicandosi pole position, record del circuito e vittoria. Si è trattato di un weekend perfetto per il pilota spagnolo che ha centrato il secondo successo stagionale, la seconda vittoria su questa pista e la 40° in carriera. Dani ha tagliato il traguardo con 10.8 secondi di vantaggio su Lorenzo, mentre Casey ha chiuso, considerate le condizioni fisiche duramente compromesse dalla caduta in qualifica, con un formidabile quarto posto.

Nonostante il dolore, Casey, che ha corso con la caviglia destra con i legamenti lacerati ed una serie di piccole fratture, è riuscito dopo una difficile partenza a risalire al terzo posto, posizione che ha mantenuto fino a 6 giri dalla fine, quando le energie sono iniziate a calare ed ha subito il sorpasso ad opera di Dovizioso al 22° giro.

Con la vittoria odierna, Dani ha festeggiato la più lunga sequenza di podi in MotoGP con 7 centri consecutivi. Il pilota Repsol Honda ha ridotto a 18 punti il distacco da Lorenzo che mantiene la testa del Campionato. Casey consolida la terza posizione con 186 punti, 21 lunghezze dal compagno di squadra.

Dani Pedrosa

“Sono molto contento di questo risultato e desidero ringraziare la squadra per l’ottimo lavoro svolto durante il fine settimana, la moto funzionava alla perfezione. L’inizio della gara è stato duro perché il ritmo è stato subito molto elevato. Spies mi ha superato, ma sono riuscito a mantenere la calma perché sapevo di avere il passo per lottare per la vittoria. Una volta in testa, ho inanellato una serie di giri veloci per costruirmi un margine. Ho commesso un errore alla curva 2, mettendo la folle, che ha permesso a Jorge di recuperare un secondo. Sono comunque riuscito a riprendere il ritmo e ad andare in fuga, guidando bene sino alla fine, mentre Jorge sembrava soffrire un po’ per la gomm a posteriore morbida. Sono soddisfatto, siamo riusciti a conquistare la seconda vittoria stagionale e punti importanti per il Campionato. Desidero complimentarmi con Casey che ha fatto una gara eccezionale, considerate le sue condizioni fisiche. Sono sicuro che tornerà nuovamente competitivo a Brno”.

Casey Stoner

“Sono molto dispiaciuto per come è andato il fine settimana. Dopo un buon inizio venerdì mattina, abbiamo avuto dei problemi durante le libere del pomeriggio. Avevamo il passo per la pole e lottare per la vittoria, ma purtroppo le lesioni riportate nella brutta caduta, avvenuta in qualifica, hanno reso le cose molto più difficili, oltre al fatto di aver perduto tempo prezioso per ultimare la messa a punto della moto. Questa mattina nel warm up, ero concentrato nel capire come stavo piuttosto che nel lavoro di set up. La gara è stata molto dura. Non ho fatto una buona partenza, mi sono trovato indietro e sono stato costretto a lottare per risalire. Quando ci sono riuscito, Ben ha rotto il motore e mi sono ritrovato in una nuvola di fumo che mi impediva di vedere, così ho perso nuovamente alcune posizioni. Da metà gara, l’effetto degli antidolorifici è iniziato a diminuire e dovevo compensare con l’altra parte del corpo le difficoltà che incontravo per via delle lesioni. Alla fine non avevo più energie ed era quasi impossibile mantenere il passo. E’ stato frustrante cedere la terza posizione nella battaglia con Dovizioso per il podio, ma ho dato il massimo e non potevo fare di più. La cosa positiva è che siamo stati in grado di gareggiare e di guadagnare dei punti per il Campionato”.

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™