Barberá out, dentro Elias

venerdì, 17 agosto 2012

Lo spagnolo rimarrà questa notte sotto osservazione nell’ospedale Methodist di Indianapolis dopo l’highside che lo ha visto protagonista infelice questa mattina.

Difficile pensare in un rientro peggiore per Hector Barberá che oggi, nelle fp1 del Red Bull Indianapolis Grand Prix, è caduto all’altezza della curva 16 riportando mifratture nelle vertebre 5, 6 e 8. Non si tratta di lesioni gravi per il pilota di Dos Aguas, ma sufficienti a tenerlo lontano dal BrickYard per tutto il fine settimana.

Fortunatamente la gamba, da pochissimo recuperata dalla doppia frattura, non ha accusato alcun problema, anche se il forte dolore alla schiena riportato da Barberá ha obbligato il trasporto immediato presso l’ospedale Methodic di Indianapolis, dove per altro lo spagnolo rimarrà sotto osservazione per tutta la nottata di oggi. In programma anche una risonanza magnetica per riconoscere vecchie e nuove lesioni alle vertebre.

Il team Pramac Racing, indeciso fino all’ultimo momento, ha poi schierato nelle FP2 Toni Elias, pilota sostituto già a Laguna Seca con il la squadra satellite Ducati e che ora avrà un’altra occasione per correre nella massima categoria.

Nella prima sessione a sua disposizione, il numero 24 ha chiuso con il 17º tempo (1’43.095), sette decimi più rapido di Barberá (1'43.736) che questa mattina era stato 10º.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™