Un altro passo in avanti per Edwards

venerdì, 2 marzo 2012

A Sepang l’americano riduce il gap con le ufficiali di quasi un secondo e si conferma il più veloce tra le CRT presenti. Nel prossimo test di Jerez il confronto anche con le Aprilia.

Tre settimane dopo la prima uscita ufficiale sul Circuito Internazionale di Sepang, Colin Edwards e il team NGM Mobile Forward Racing tornano a confermarsi come miglior binomio CRT in Malesia.

La tre giorni di prove, meno clemente a livello climatico rispetto ad inizio febbraio, è stata comunque importante per il pilota americano per trovare continuità in sella alla Suter-BMW: 78 giri totali e un miglior crono di 2:03.681.

Il lavoro è stato ancora una volta catalizzato sull’elettronica del prototipo numero 5, ma anche sullo sviluppo del nuovo telaio Suter, un deciso passo in avanti che ha permesso a Colin di migliorare di più di un secondo netto il suo miglior tempo qui rispetto al primo test (-1.041s).

Colin Edwards

"Per essere onesti i primi due giorni sono stati frustranti, ma oggi stavamo lavorando sulla connessione dell’accelleratore e abbiamo trovato qualcosa…Da questo punto di vista un ottimo test! A livello di elettronica non credo troveremo un assetto perfetto fino all’ultima gara di Valencia: bisognerà continuare a lavorare e lavorare, ma come si sul dire: "Roma non si è fatta in un giorno"...Sarà un processo lento, ma continueremo a migliorare. Avevamo uno nuovo telaio, e anche nuove specifiche per il motore, quindi possiamo dire che in ogni test di quest’inizio, abbiamo provato una moto nuova ogni volta. In questi tre giorni abbiamo provato le specifiche 2012. Continuiamo ad avere un po’ di chattering, ma la moto va molto meglio rispetto a prima. Nei prossimi test di Jerez nessun obiettivo primario se non quello di continuare a migliorare questo pacchetto. Abbiamo bisogno di soluzioni rapide ed efficaci e per averne è necessario raccogliere dati".

Sergio Verbena – direttore tecnico

"Abbiamo lavorato con elettronica e telaio in questo test. Abbiamo provato telai con differenti rigidità con l’obiettivo di risolvere il problema di chattering. Siamo migliorati sotto questo punto di vista ma c’è ancora molto da fare. Per quanto riguarda l’elettronica abbiamo fatto passi in avanti in alcune aree (Freno motore e controllo di trazione), ma c’è ancora molto da fare a livello di uscita di curva, anche se all’ultimo momento abbiamo provato una modifica che ha permesso a Colin di essere 1,5 secondi più rapido. Ora siamo a 3,2 secondi da Stoner, non male dopo appena 3 test e su un circuito così lungo come Sepang!"

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™