Bautista soddisfatto a Sepang

domenica, 21 ottobre 2012

Buona gara sul bagnato per lo spagnolo del team San Carlo Honda Gresini. Pirro è 12º e va a punti

ll violento acquazzone che si è scatenato su Sepang ha costretto, in un primo tempo, la “Race Direction” ad interrompere la gara e poi visto il protrarsi della violenta pioggia ad annullare definitivamente la corsa assegnando comunque il massimo del punteggio visto che al momento dell’interruzione erano stati disputati i due terzi di gara. Insomma un’epilogo dettato dalla meteorologia ed una corsa comunque positiva per Alvaro Bautista che ha conquistato un sesto posto importante per la classifica iridata malgrado i problemi di saltellamento che soprattutto in queste condizioni estreme di bagnato consigliavano la prudenza. Punti importanti anche per Michele Pirro nell’economia della classifica iridata e qualche rammarico per la interruzione anticipata nel momento in cui stava recuperando terreno.

 

Alvaro Bautista

Le gare che si disputano in queste condizioni meteo sono sicuramente una lotteria. Alla partenza le condizioni non erano impossibili pioveva ma non troppo e si riusciva a guidare abbastanza bene ed avevo fiducia nella moto. Il solo problema era nelle staccate con la moto che comincia a saltellare e fai fatica a controllarla. Purtroppo questo inconveniente al momento non siamo riusciti ancora a risolverlo. Sull’asciutto riesci a controllarlo ma sul bagnato ogni volta rischi di cadere. Ho cercato di gestire il tutto al meglio e negli ultimi giri la pista era un lago ed in rettilineo facevi pericolosi aquaplaning. Hanno fatto bene ad interrompere. Sono comunque contento perché sul bagnato abbiamo migliorato un po’ il feeling ma dobbiamo cercare di lavorare per migliorare il problema di saltellamento.”

Michele Pirro

Sono dispiaciuto perché questa mattina avevamo trovato un ottimo compromesso per il “chattering” con buone prospettive per la gara soprattutto da metà gara in poi con la concreta possibilità di giocarci il primo posto tra le CRT. Purtroppo la pioggia ha rovinato tutto perché sul bagnato dobbiamo ancora lavorare per essere competitivi. In ogni caso a nche con la pioggia, se la gara non si fosse interrotta, nel finale avrei potuto recuperare posizioni perché tra le CRT ero l’unico che aveva montato la gomma dura. L’obiettivo rimane comunque quello di conservare il terzo posto in campionato tra le CRT e per il lavoro fatto devo ringraziare il Team. Mi sarebbe piaciuto fare un buon risultato per onorare al meglio Marco ma sarà per la prossima volta. ”

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™