Fp2 al Mugello: sfida Lorenzo Pedrosa

venerdì, 13 luglio 2012

Sono Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa i protagonisti di un pomeriggio che parla quasi solo spagnolo. Occhio ad Hayden, terzo a meno di un decimo.

Succede un po’ di tutto nella seconda e ultima sessione MotoGP, con le cadute di Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) e Jorge Lorenzo ad inizio sessione e quella di Hector Barberá, che perde il controllo della sua Ducati in entrata alla Casanova Savelli (curva 6-7) e costringe alla bandiera rossa e allo stop della sessione per qualche minuto.

Davanti la lotta è tutta spagnola con Jorge Lorenzo, primo con la Factory Yamaha, e Dani Pedrosa su Repsol Honda, divisi da soli 31 millesimi di secondo, mentre 50 millesimi più dietro Nicky Hayden dimostra che i test su questa pista hanno avuto i loro frutti sulla Desmosedici GP12.

A conferma che il lungo rettilineo e il tracciato in sè favorisce la Ducati, anche Hector Barberá, nonostante la caduta, chiude con il 4º miglior tempo, a meno di due decimi di ritardo. Tre spagnoli nelle prime 4 posizioni insomma con Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech3) e Casey Stoner (Repsol Honda) che completano la top6.

Non brilla ancora Valentino Rossi, appena nono con la Ducati ufficiale, con Ben Spies (Factory Yamaha) e Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) davanti a lui in una ipotetica terza fila del Gran Premio d’Italia TIM.

Con Stefan Bradl (LCR Team) e Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) lontani in 10ª e 11ª piazza, in CRT funziona il lavoro di Aleix Espargaró (Power Electronics Aspar) davanti a Randy de Puniet (Power Electronics Aspar) e Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini).

TAGS Italy

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™