Lorenzo apre le danze a Jerez

venerdì, 23 marzo 2012

Occhi puntati sul circuito di Jerez de la Frontera dove stamattina, e fino alle 18:00 di domenica, i piloti della classe regina porteranno avanti i rispettivi piani di lavoro in vista del round inaugurale del 2012 programmato per l’8 aprile in Qatar. Ad aprire le danze ci pensa Jorge Lorenzo, seguito da Dani Pedrosa e Ben Spies.

Un bel sole, assenza di vento e nuvole: queste sono le condizioni atmosferiche che accolgono lo schieramento di piloti MotoGP™ sul tracciato di Jerez. Situzione quindi ideale per riprendere e portare avanti quanto fatto a Sepang poco più di tre settimane fa. A dare il via all’attività in pista ci pensa il Campione del Mondo 2010 Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), accompagnato da James Ellison (Paul Bird Motorsport) e dal collaudatore Ducati Franco Battaini.

Proprio Lorenzo, circa alle 12:00, balza al comando della tabella dei tempi con un momentaneo 1:40.118. Il maiorchino in mattinata ha focalizzato la propria attenzione sull’elettronica, alla ricerca di un miglioramento in fase di accelerazione. A parte questo particolare, nessun’altra novità sulla M1: Lorenzo approfitterà quindi della tre giorni di Jerez per testare pacchetto base e set-up del prototipo su una pista differente da quella malese.

Alle sue spalle di piazza il connazionale Dani Pedrosa (Repsol Honda), che in mattinata completa 28 tornate del tracciato in sella alla sua RC213V, e chiude a soli 80 millesimi da Lorenzo. Per lui un 1:40.198.

L’ultimo pilota presente nelle top3 è Ben Spies (Yamaha Factory Racing): l’americano, che come il compagno di squadra Lorenzo utilizzerà la specifica con la quale scenderà poi in pista in Qatar tra circa due settimane, mette a referto un giro veloce (1:40.212) solo 94 millesimi più lento della testa.

Appena sotto troviamo l’attuale Campione del Mondo Casey Stoner (Repsol Honda), dominatore dei primi due test di Sepang. L’australiano, impegnato a risolvere i problemi di chattering con la sua RC213V, percorre 30 giri della pista spagnola bloccando il cronometro sull’1:40.381 (+0.263s).

Prima Ducati dello schieramento è quella di Nicky Hayden, che porta la sua Desmosedici a 427 millesimi dal crono di Lorenzo (1:40.545 per lui). Insegue il rookie 2011 Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3): il giovane inglese si è fatto notare con il 5º posto finale di Sepang di inizio mese, e proverà ora a puntare nuovamente alla testa. Alle 14:00 il suo tempo è 1:40.649 (+0.531s).

Settimo piazzamento e 32 giri all’attivo per l’altro pilota Ducati, l’italiano Valentino Rossi. Il nove volte Campione del Mondo riprende il lavoro sulla messa a punto della sua GP12 lasciato in sospeso a Sepang, dove purtroppo i tempi non sono stati fra i migliori. Rossi in mattinata gira con un 1:40.956, a 838 millesimi da Lorenzo.

Il connazionale Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech 3), oggi 26 anni, scende in pista per la seconda volta nel 2012 con la sua nuova M1. Lo aspetta un lavoro mirato alla ricerca di un buon set-up di base con il quale affrontare la prossima campagna, avendo sulle spalle solo la precedente uscita di Sepang. Per lui un 1:40.960 (+0.842s).

Completano la top10 lo spagnolo Álvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini), con 1:40.970 (+0.852s), e il tedesco Stefan Bradl. Per l’attuale Campione del Mondo Moto2, nuovo acquisto LCR Honda, il piano di lavoro prevede una maggiore attenzione sul telaio e le sospensioni, senza però tralasciare l’elettronica, con un nuovo setting che purtroppo in Malesia non c’è stato occasione di provare a causa del maltempo e del problema al motore della RC213V di Pedrosa.

Prima CRT dello schieramento è quella del francese Randy De Puniet (Power Electronics Aspar), impegnato a lavorare sull’elettronica e su una buona postura in sella al prototipo (1:41.564, +1.446s). Per Aspar questa è la prima volta in pista con due moto CRT, e sarà quindi di fondamentale importanza controllare il rendimento, il buon funzionamento e l’affidabilità di entrambe le macchine.

Nessuna novità per Hector Barberà (Pramac Racing), che continua il lavoro di adattamento e rifinitura della messa a punto ottenuta a Sepang. Per questa occasione, la Desmosedici si presenta con i colori e gli adesivi con i quali affronterà la campagna 2012.

Girano sull’1:42 Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) e Aleix Espargaró (Power Electronics Aspar), seguiti dal nutrito gruppo CRT capitanato dall’italiano Mattia Pasini (Speed Master), che in questa prima sessione, dedicata principalmente all’elettronica, ferma il cronometro sull’1:43.006.

Per visualizzare i tempi della prima sessione della giornata, clicca qui.

TAGS 2012

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™