La prima parte di stagione Moto2™

Moto2™, powered by
lunedì, 6 agosto 2012

Emozioni, sorpassi e polemiche in una prima parte di 2012 della classe intermedia del Campionato del Mondo MotoGP.

Sotto i riflettori di Qatar inizia la stagione Moto2 con un chiaro favorito: Marc Márquez (CatalunyaCaixa Repsol Team). Lo spagnolo, recuperati i problemi fisici, lotta subito per la prima vittoria dell’anno con Andrea Iannone (Speed Master). Un trionfo non senza polemiche quello del 93 a causa di una manovra al limite con Tom Lüthi (Interwetten-Paddock) costretto fuori dal podio. Nessuna penalità per il catalano, ma un richiamo ufficiale a non ripetere manovre di questo tipo in futuro.

La prima uscita europea Moto2™ si tiene a Jerez dove la sfida viene “rovinata” dall’arrivo della pioggia a fine gara. Pol Espargaró (Pons 40 HP Tuenti), che supera Márquez nel giro precedente alla decisione della direzione di gara, conquista così la prima vittoria di categoria, davanti al connazionale e a Luthi..

All’Estoril si riprende appena una settimana dopo e sul podio finiscono ancora i protagonisti di Jerez: questa volta è Marquez ad avere la meglio su Espargaró e Lüthi. A rubare un po’ di scena ci pensa Johann Zarco (JIR Moto2) che trova il miglior risultato personale con un 4º posto che ne consacra la presenza nella classe intermedia.

La gara di Le Mans si corre sotto la pioggia battente. Lüthi corre senza commettere errori e si aggiudica il trionfo davanti a Claudio Corti (Italtrans Racing Team) e Scott Redding (Marc VDS Racing Team). Per l’italiano è il primo podio in carriera in GP del Campionato del Mondo, mentre Redding pone fine ad una carestia di top3 che durava da 22 gare.

Il GP di Catalunya offre una delle migliori gare della stagione a cui non manca nulla: battaglie, sorpassi e polemiche. Vince Andrea Iannone, ma la scena è tutta per lo scontro Marquez- Espargaró con relative penalità della Direzione di gara, poi annullate nonostante un appello dai commissari FIM.

Espargaró non molla e a Silverstone ritrova la vittoria dopo un fine settimana da dominatore. Sul podio gli inglesi applaudono l’eroe di casa Scott Redding mentre Marquez debe accontentarsi della terza piazza. Due settimane più tardi, ad Assen, Espargaró torna a dettare i tempi ma una caduta nei primi minuti di gara apre la vita al podio di Márquez, Iannone e Redding, con Alex de Angelis (NGM Mobile Forward Racing) subito 5º alla prima con un telaio FTR.

Al centro della tripletta, il Sachsenring è terra di conquista di un Márquez insaziabile: lo spagnolo conquista la 4ª vittoria stagionale accompagnato dagli inediti 2012 Mika Kallio (Marc VDS) e De Angelis (NGM Mobile Forward Racing). Non manca un po’ di epica in questa gara tedesca, con la 4ª piazza di Espargaró che si era qualificato in 17ª posizione.

Al Mugello si chiudono le ostilità della prima parte della stagione. L’italiano Andrea Iannone in veste di pompiere trionfa davanti al pubblico di casa dopo una bella sfida con Espargaró. Sul podio con loro il promesso alla classe regina Bradley Smith (Tech 3 Racing). È l’ultima gara per Toni Elias con il Mapfre Aspar Team, che nella seconda parte del 2012 conterà con la voglia di Jordi Torres.

Márquez comanda per ora la generale con 163 punti, un vantaggio chiaro su Iannone ed Espargaró, entrambi a 129.

TAGS 2012

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™