Lorenzo difende la leadership a Silverstone

lunedì, 11 giugno 2012

Fine settimana di emozioni in arrivo sul tracciato inglese dove Jorge Lorenzo proverà a difendersi dagli attacchi di Stoner e non solo. Pedrosa vuole la prima vittoria, Crutchlow il primo podio, mentre Dovizioso e Rossi potrebbero dire la loro.

Una settimana di riposo ed è già tempo di rimettersi al lavoro per il prossimo appuntamento stagionale di scena a Silverstone con l' Hertz British Grand Prix, sesta tappa di un’entusiasmante 2012. Sarà la tredicesima volta che la MotoGP™ correrà sul tracciato inglese, la terza consecutiva dopo il ritorno nel 2010 nel rinnovato impianto "con le ali".

Classe regina al completo per questa nuova sfida con Jorge Lorenzo a guidare il gruppo dall’alto dei suoi 115 punti, frutto di tre vittorie e due secondi posti fino a qui. Lo spagnolo del team Yamaha Racing, correrà sì con l’obiettivo di mantenere la leadership in Campionato, ma con un occhio anche ad un risultato storico: il 50º podio mondiale nella classe regina con appena 25 anni sulla cartà d’identità.

Il 99 della casa di Iwata, grazie alla vittoria in Catalunya, è ora ad una sola "W" da Casey Stoner considerando tutte le categorie: l’australiano vanta infatti 42 trionfi (di cui ben 35 in MotoGP), mentre lo spagnolo 41 (20 in MotoGP). Proprio Casey Stoner, che non ha partecipato ai test di Aragon lo scorso mercoledì per scelta del team Repsol Honda, qui ha vinto lo scorso anno dopo aver conquistato la pole position.

Sfida aperta tra gli unici due ad aver vinto GPs in questa stagione, ma a Silverstone saranno molti altri i possibili candidati al primo gradino del podio. Per dovere di classifica partiamo da Dani Pedrosa (Repsol Honda): il numero 26 ha fino ad ora dimostrato una chiara progressione in termini di prestazioni e risultati che lo ha portato a sfiorare la vittoria a Montmeló anche se proprio sul tracciato catalano, nei test con le nuove gomme anteriori, non è sembrato troppo positivo.

Veniamo ad Andrea Dovizioso. Primo italiano in classifica generale (4º), recemente sul podio per la prima volta con la Yamaha satellite del team Monster Tech3, il più rapido nei test di Montmeló, vincitore del suo unico GP nella classe regina proprio in terra britannica (Donington 2009), e chi più ne ha più ne metta. Può bastare come presentazione per un pilota che ha già trovato le chiavi della sua M1 numero 4 dopo appena 5 gare.

Non finisce qui l’elenco degli aspiranti alla gloria perché Cal Crutchlow e Valentino Rossi sono pronti a giocarsi i propri assi. L’inglese troverà nel tifo di casa l’arma in più da aggiungere ad uno già strepitoso ruolino di marcia, mentre l’italiano potrebbe avere nella pioggia prevista su Silverstone per tutta la settimana, un alleato molto importante.

In cerca di risultati sempre più positivi troviamo anche Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) e il rookie Stefan Bradl (LCR Honda). 45 punti per lo spagnolo, due in meno per il tedesco che sta decisamente stupendo in questa prima annata tra le stelle del Campionato del Mondo MotoGP. Dietro di loro la lunga lista Ducati, con Nicky Hayden (40 punti) davanti a Hector Barberá (Pramac Racing), sempre più performante in prova che in gara e un Karel Abraham (Cardion AB) (17º)che dopo l’infortunio di Aragon è ancora in dubbio per l’ Hertz British Grand Prix. Proprio oggi il pilota ceco si è sottoposto a nuovi raggi X che hanno confermato una doppia frattura di un dito della mano sinistra. Prima di lui un Ben Spies in netto recupero potrebbe essere la vera sorpresa di questo fine settimana.

Tutti presenti invece in CRT con un occhio particolare all’altro inglese della griglia di partenza James Ellison (Paul Bird Motorsport). L’altro idolo di casa insieme a Crutchlow ha provato a Montmeló con l’aiuto di Shane Byrne per risolvere i problemi di chatter e presentarsi all’appuntamento casalingo nelle migliori condizioni. Per altro il 77 ha già chiuso davanti a tutti a Le Mans, in condizioni che potrebbero somigliare a quelle di Silverstone questo fine settimana. Aleix Espargaro (Power Electronics Aspar) guida la categoria con il suo compagno di squadra Randy de Puniet e all’altro pilota ART Mattia Pasini (Speed Master). Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing), Danilo Petrucci (Came Iodaracing) e i due piloti del team Avintia Blusens MotoGP Yonny Hernandez e Ivan Silva completano il gruppo.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™