Spies, prove di bis ad Assen

giovedì, 28 giugno 2012

Il texano, vincitore qui lo scorso anno, ritrova la vetta della classifica e lancia la sfida per le qualifiche di domani. Appena 4 decimi tra lui e l’ottavo classificato Rossi.

Sessione frenetica in MotoGP per nel pomeriggio soleggiato di Assen con una grande sfida per la prima posizione e almeno 6/7 piloti a giocarsela. Sorprendentemente fuori da questa bagarre Casey Stoner su Repsol Honda che passa gli ultimi 5 minuti nel box e rimane obbligatoriamente relegato in 10ª posizione.

La spunta Ben Spies sul tracciato amico di Assen: 1’34.866 per il texano del team Factory Yamaha Racing che precede per appena sei millesimi di secondo un redivivo Cal Crutchlow.

In terza posizione fa ben sperare il tempo di Nicky Hayden. L’uomo Ducati chiude ad 1 decimo netto dal miglior tempo ed è l’ultimo a correre sotto l’1’35. Dietro di lui un terzetto tutto spagnolo con Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) davanti a Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) e Dani Pedrosa (Repsol Honda).

Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech3) e Valentino Rossi (Ducati Team), seppur in settima e ottava piazza rispettivamente, non sono lontani. Circa 4 decimi li separano dal tempo del numero 11 e le speranze per una buona qualifica domani sono chiare.

In CRT cambiano poco i valori in campo: questa volta è Espargaró a chiudere davanti a De Puniet per il team Powe Electronic Aspar, mentre Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) consolida da la sua posizione di primo rivale del duo vestito di blu. Dietro di loro la Ducati Cardion ab di Karel Abraham solo 16º.

Sessione sfortunata per Hector Barberà su Pramac Racing che cade a 38 minuti dal finale all’altezza della curva 10. Sarà in grado di tornare al box con la sua Desmosedici GP12 per poi chiudere 9º nella generale.

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™