Inizio positivo per De Angelis e Takahashi a Valencia

Moto2™, powered by
lunedì, 13 febbraio 2012

Il sammarinese e il giapponese per la prima volta alle prese con il telaio Suter sul circuito Ricardo Tormo.

Si apre il sipario sulla stagione 2012 per la classe Moto2, con il primo test ufficiale in scena sul Circuito Ricardo Tormo di Valencia. Praticamente tutti presenti all'appello, inclusi ovviamente i due piloti del Team NGM Mobile Forward Racing Alex De Angelis e Yuki Takahashi. Si è trattata di una prima presa di contatto con la nuova moto e le sensazioni, per entrambi gli ex piloti MotoGP, sono state subito molto positive.

Nonostante il freddo e le basse temperature in pista, il sammarinese ha iniziato la sua tre giorni concentrandosi sul suo stile di guida con la nuova moto, prima di dare spazio al lavoro di messa a punto e al test di vari pneumatici. Per Yuki, limitato da una caduta senza conseguenze durante il day1, si è trattato comunque di un test importante, nel quale ritrovare ritmo dopo mesi di inattività e lavorare sul setting del suo prototipo Suter.

Alex De Angelis

"Questo non è stato un test attendibile perché non avevamo i motori ufficiali del campionato e Dunlop non ha portato le stesse gomme per tutti, quindi e’ difficile valutare il mio tempo rispetto agli altri. Quello che si può capire è che durante i tre giorni siamo andati sempre più forte e, in particolare nell'ultima giornata, ho trovato un ottimo feeling con la moto. Finalmente riesco a frenare forte e a guidare con la cattiveria propria del mio stile. È normale non essere ancora competitivi perché si tratta del terzo giorno con la Suter 2012, però abbiamo lavorato nella giusta direzione. Avremo tantissimi dati da valutare in questi giorni sui quali costruire il set up da provare a Jerez. Con la squadra vado alla grande, ovviamente conoscevo già Caprara e alcuni membri, ma devo dire che squadra sta lavorando con lo stesso obiettivo".

Yuki Takahashi

"Con la Suter il feeling è buono. È ovvio che dopo un primo giorno così sfortunato non potevo che migliorare. Da ieri abbiamo provato un buon setting e oggi abbiamo fatto ancora meglio. Con la squadra ci sono buone sensazioni e la comunicazione è ottima anche grazie al fatto che parlo un po' d'italiano. In questi tre giorni ho raccolto buone informazioni che ci torneranno sicuramente utili a Jerez, tra una settimana, dove l'obiettivo è continuare a conoscere questa moto e migliorare".

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™