Barberá: "Condizioni difficili? Siamo qui per provare"

sabato, 24 marzo 2012

Giornata decisamente poco fruttuosa quella appena trascorsa sul circuito di Jerez de la Frontera per il team Pramac. Pioggia e vento freddo hanno rallentato di molto il lavoro della squadra, con Héctor Barberà costretto a ridurre drasticamente il tempo trascorso in pista.

Nel pomeriggio, alle ore 14:00 circa, la pioggia ha fatto la sua comparsa accompagnata da un forte vento: le attività in pista sono quindi riprese intorno alle 15.00, quando le gocce hanno smesso di cadere, ma contestualmente è iniziato a soffiare il vento. In queste condizioni le prove che il team ha effettuato sono state essenzialmente di elettronica e di confidenza del pilota con l'asfalto in condizioni sfavorevoli.

Hector Barberá ha concluso la seconda giornata di test MotoGP a Jerez de la Frontera con un 1:43.288, fatto segnare nell'ultima uscita utile dalle 17:45 alle 18:00, terminando in quinta posizione.

Hector Barberá, Pramac Racing
"Quando sono uscito per provare la moto con le gomme da bagnato, la pista si è asciugata subito e guidare in queste condizioni è un po' inutile. Abbiamo fatto alcune prove di set up per la pioggia, ma proprio per il cambio repentino del tempo non hanno avuto molto senso. Nonostante tutto abbiamo girato in condizioni che di solito non mi piacciono e va bene perché è necessario fare questo tipo di lavoro per prendere confidenza con situazioni che potremmo ritrovare. Siamo venuti qui per provare, no? La situazione di oggi era simile a quella della gara dello scorso anno, quindi provare è stato molto positivo e poi ho potuto verificare che con questo nuovo telaio la situazione è migliore perché il comportamento è più costante e si riesce a mantenere meglio la linea impostata".

Francesco Guidotti, Team Manager Pramac Racing
"Abbiamo avuto una giornata dove le condizioni sono cambiate tre volte nelle nostre tre uscite, quindi abbiamo dovuto risolvere problematiche diverse che abbiamo affrontato in maniera costruttiva. Non siamo riusciti a provare le gomme, quella morbida che abbiamo usato man mano che la pista si asciugava, si distruggeva, quindi abbiamo preferito conservare il più possibile il materiale che abbiamo in vista delle prove di domani. Siamo riusciti a provare alcune strategie di elettronica per adattarla alle varie condizioni climatiche che abbiamo incontrato oggi".

Comunicato stampa Pramac Racing.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™