L’ultima di Valentino Rossi

domenica, 11 novembre 2012

 

Il nove volte Campione del Mondo saluta Ducati con la quale non ha trovato i successi che sperava. Da domani tornerà ad essere un pilota Yamaha Factory.

Due stagioni complicate, inaspettate, decisamente sotto il livello che tutti si aspettavano dal nove volte Campione del Mondo Valentino Rossi. Una storia relativamente breve, nella quale ben poche sono state le gioie del 46 in sella alla Desmosedici.

L’italiano, durante il primo anno è stato limitato da un infortunio alla spalla, ha chiuso la stagione con un solo podio sotto il diluvio di Le Mans e con una settima posizione in classifica generale, la peggiore di sempre se escludiamo l’anno d’esordio in 125 quando fu nono.

Questa seconda stagione, avida di podi escluse le gare di Le Mans (ancora sotto il diluvio) e Misano, si è chiusa con un’altra prestazione opaca sul tracciato di Valencia in una gara in cui le condizioni miste  avrebbero potuto dare un finale diverso a questo binomio tutto italiano. Rossi trova così una  6ª posizione mondiale con 163 punti totali, 24 in più rispetto al 2011.

"È  un peccato perché oggi con la pioggia avremmo potuto fare bene, le condizioni erano difficilissime. Ho chiuso 10º prendendo molti rischi. Sono state due stagioni davvero difficili dove non abbiamo trovato i risultati giusti. Lascio persone incredibili in Ducati ed è un peccato, ma devo guardare al futuro e sono felice di questa nuova chance. Speriamo in due giorni di test sull’asciutto," ha dichiarato Valentino Rossi.

Valencia chiude un capitolo, ma ne apre uno "nuovo": il dottore riabbraccerà martedì la M1 che in sette anni gli ha permesso di laurearsi Campione del Mondo per ben quattro volte. Sarà un ritorno di quelli emozionali, anche se come egli stesso ha dichiarato, sarà il numero 2 del team, dietro a Lorenzo. Difficile credergli...  

 

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™