Pedrosa è l'unico a non sbagliare: trionfo a Valencia

domenica, 11 novembre 2012



Cadono uno a uno i rivali dello spagnolo che voleva fortemente la vittoria sul tracciato che lo ha visto trionfatore in tutte le categorie. Sul podio a sorpresa Katsuyuki Nakasuga e Casey Stoner.



Subito brividi in MotoGP con la partenza più atipica della stagione: Pedrosa, Hayden, Crutchlow e Bautista si accorgono nel giro di riscaldamento che la scelta del pneumatico da bagnato non è la migliore e partono dalla pit lane. All'uscita dai blocchi scatta increbilmente in prima posizione Aleix Espargaró seguito da Hector Barberá e Valentino Rossi, con Dovizioso e Stoner subito dietro.

Parte male il Campione del Mondo Jorge Lorenzo, ottavo, mentre Pedrosa deve recuperare praticamente tutta la griglia. Dovizioso intanto passa Espargaró e a due giri dall'inizio è il nuovo leader della corsa. Fuori subito Ivan Silva (Blusens Avintia) mentre Barberá entra in box per cambiare moto.

Espargaró non molla e torna davanti mentre Dovizioso e Lorenzo attaccano da dietro. Stoner è quarto ma corre con gomme da bagnato come Dovizioso: entrambi entrano a cambiare moto e perdono posizioni importanti. Gioisce allora il Campione del Mondo in carica che correre solo verso la vittoria con Pedrosa, Nakasuka e Bradl ora primi rivali.

Cadono nelle retrovie Roberto Rolfo (Speed Master) e Nicky Hayden (Ducati Team) mentre Stefan Bradl attacca con successo Nakasuga (sostituto di Spies) e si porta in terza posizione salvo poi cadere pochi attimi dopo. Imprendibili già Lorenzo e Pedrosa che corrono con 16 secondi di vantaggio sul duo Nakasuga, Crutchlow.

Altro errore per Pedrosa che era arrivato fino alla gomma posteriore di Lorenzo prima di sbagliare una linea e ritrovarsi a quasi 4 secondi. Poco dopo, Lorenzo, in procinto di doppiare Ellison, perde il controllo della sua M1 e commette il primo errore della sua stagione. Highside spettacolare e fortunamente senza conseguenze. Fuori anche Barberá (Pramac Racing) e Claudio Corti (Avintia Blusens) mentre Randy de Puniet esce di pista.

Non finiscono le sorprese perché anche Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) finisce al suolo: può sorridere Nakasuga che salirà sul secondo gradino del podio mentre per la terza piazza si sfidano fino all'ultimo Alvaro Bautista e Casey Stoner, con l'australiano che ha una motivazione e qualche marcia in più. Per Dani Pedrosa è la settima vittoria di una stagione quasi perfetta.

Come lo scorso anno qui a Valencia, Michele Pirro fa storia trovando il miglior risultato di una CRT nella stagione d'esordio. L'italiano è quinto dietro al compagno di squadra Bautista e davanti a Dovizioso e Abraham. Applausi anche per Danilo Petrucci (Came Iodaracing Project) ottavo con Ellison e Rossi a completare la top10.

TAGS Valencia

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™