Stoner, meno chatter sull’asciutto

venerdì, 15 giugno 2012

L’australiano risolve i problemi della sua Honda e nella sessione del pomeriggio è il più veloce. La speranza in casa Honda è l’asciutto.

L’instabilità del meteo inglese ha condizionato la giornata ed i piloti della MotoGP si sono dovuti misurare con le insidiose condizioni della pista di Silverstone. Dopo la prima sessione di prove sul bagnato (che ha visto Casey Stoner quarto e Dani Pedrosa, settimo) , il Repsol Honda Team sperava in un turno sull’asciutto al pomeriggio per iniziare il lavoro di messa a punto della RC213V con la nuova gomma anteriore. Purtroppo un rovescio d’acqua all’inizio del secondo turno di libere ha impedito ai piloti di sfruttare al meglio i 45 minuti della sessione.

Per Casey, vincitore qui lo scorso anno, sono stati sufficienti 10 giri sull’asciutto per centrare a fine sessione il miglior crono (2'04.791).

Casey Stoner

"Non abbiamo imparato molto dalla giornata di oggi. Questa mattina abbiamo cercato di capire un po’ meglio il comportamento della moto sul bagnato, ma la pista è andata progressivamente asciugandosi durante la sessione, così era difficile raccogliere dati veramente interessanti. Nel pomeriggio la situazione è stata simile, siamo usciti per completare un paio di giri ed è iniziato a piovere, compromettendo quasi tutta la sessione di prove. Sentivo la moto un po’ dura, sono rientrato per fare dei cambiamenti che hanno richiesto molto tempo, così non abbiamo potuto girare molto. Speriamo che ci sia bel tempo domani, anche perché il vento rende la situazione ancora più complicata. Comunque siamo tutti nella stessa condizione. Il chattering è migliorato, abbiamo fatto un piccolo passo avanti, ma dobbiamo aspettare domani per confermarlo, sperando in condizioni di pista più stabili".

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™