Zarco, occasione mancata

Moto2™, powered by
mercoledì, 23 maggio 2012

Il francese ad un passo dal podio dopo una rimonta strepitosa nel GP casalingo. L’adattazione alla nuova categoria fa comunque ben sperare per il prossimo futuro.

Johann Zarco e il Team JiR hanno vissuto oggi gli alti e i bassi di una gara emozionante, con il francese che è caduto a soli cinque giri dalla fine mentre occupava solidamente la seconda posizione e stava rimontando per avvicinarsi al leader.

Il giovane pilota ha condotto una gara entusiasmante, risalendo dalla 18° posizione al termine del primo giro e prendendosi lo sfizio di sorpassare piloti con molta più esperienza di lui nella classe Moto2, dimostrandosi ancora una volta a suo agio con la MotoBI in condizioni di bagnato.

Al 17° dei 26 giri di gara Johann era già risalito sino alla terza posizione e ha conquistato la seconda solo due giri più tardi, dando soddisfazione ai suoi fan francesi. Con una serie di giri veloci ha poi ridotto il distacco dal leader Luthi a circa un secondo, ma a soli cinque giri dalla fine una curva insidiosa ha messo fine alle velleità di podio, con Zarco sbalzato dalla sua MotoBI in un classico high-side, fortunatamente senza conseguenze fisiche per il pilota.

Johann Zarco

"È stata una gara positiva, ma non posso essere felice se ripenso alla caduta. Appena rientrato ai box ho parlato con il mio manager Laurent Fellon, il mio crew chief Massiom Biagini e Luca Montiron, il Team Principal, di quanto è successo. Ho chiuso il primo giro in 18° posizione e non è stato semplice risalire in queste condizioni di bagnato, ma nonostante questo ho mantenuto la calma e ho cercato di non prendere rischi. Sono così riuscito in fretta a trovare un buon passo che mi ha permesso di fare molti sorpassi. Da secondo ho mantenuto la posizione a lungo cercando di difendermi da chi mi seguiva mettendo del margine, e così facendo ho visto che mi stavo avvicinando a Luthi. Questo mi ha dato lo stimolo per spingere ulteriormente e giravo allo stesso passo di Thomas, ma continuavo a ripetermi di stare calmo per finire la gara e non cadere. Tutta la mia concentrazione era dedicata a questi aspetti e l'unica frazione di secondo in cui questa concentrazione è venuta meno mi è stata fatale. Adesso sto già pensando a Barcellona e non vedo l'ora di misurarmi di nuovo con gli altri piloti più esperti. Continuo a ripetermi che una caduta non è la fine del mondo, al contrario devo proseguire sulla stessa strada, impegnandomi in ulteriori allenamenti e preparazione per arrivare al successo.."

Gianluca Montiron

"È stata una gara entusiasmante ma purtroppo ci è sfuggito il podio! Al di là di questo però abbiamo molti aspetti positivi di cui essere soddisfatti. Innanzitutto, Johann ha fatto una gara molto bella. Dobbiamo tener presente che è un debuttante in questa classe, è solo alla sua quarta gara, e credo che nessuno si sarebbe aspettato dopo così poche uscite di vederlo combattere per la vittoria con la sua MotoBI o battagliare con i leader in queste condizioni. Sono segnali molto positivi. Oggi la pioggia è stato un fattore determinante e il bagnato comporta sempre dei rischi, già nel warm up abbiamo visto che l'asfalto era molto insidioso. Queste condizioni hanno in effetti punito l'unico errore che abbiamo commesso privandoci del piacere del podio. Penso che Johann sentisse anche una maggiore pressione rispetto al solito, ma ancora una volta ha messo in luce i progressi che sta facendo passo dopo passo. Di nuovo, è molto positivo che Zarco fosse lì a lottare con i migliori della Moto2 e addirittura potesse puntare al leader della gara. Purtroppo oggi abbiamo perso un podio ma proseguiamo sulla nostra strada consapevoli che siamo nella giusta direzione. È sempre meglio cadere nella battaglia per la vittoria che cadere nelle retrovie".

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™