A Motegi per la gloria

mercoledì, 23 ottobre 2013

Marc Marquez contro Jorge Lorenzo per il titolo, Honda contro Yamaha per il titolo costruttori, e l'importanza del ruolo di Dani Pedrosa e Valentino Rossi. Questi i temi caldi del finale di stagione che passa per il Giappone prima di approdare a Valencia.

 

Sembrava fosse già passato alla storia come l'anno di Marc Marquez (probabilmente, vada come vada, lo sarà comunque), ma Jorge Lorenzo ha deciso di puntare i piedi e riaprire una rincorsa al titolo che sembrava segnata. A Motegi questo fine settimana ci si ritrova per la penultima volta della stagione 2013 e le sfide in ballo sono di quelle pronte a far storia: in primis ovviamente la battaglia tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo per il mondiale, in secondo luogo, anche se meno appariscente forse, la sfida Honda-Yamaha per il titolo costruttori. La coincidenza è interessante: in entrambi i casi la differenza, a vantaggio della casa alata, è di 18 lunghezze.

Si va in Giappone, ma non sarà un vantaggio per Yamaha, già che Motegi è la pista di Honda ed è lì che la RC213V è nata e si è sviluppata, grazie anche ad un certo Casey Stoner, recentemente eletto leggenda MotoGP™. Lo splendido tracciato del Twin Ring potrebbe essere lo scenario del trionfo di Honda insomma, ma la Yamaha di Phillip Island ha dimostrato di avere ancora qualcosa da dire in questa stagione.

A questo punto del campionato, senza il clamoroso errore di Marquez (o meglio del suo team) in Australia, non staremmo parlando d'altro che del nuovo fenomeno della classe regina. Fenomeno rimane, sia chiaro, ma non è il solo: Lorenzo può e deve credere nel titolo, senza dimenticare che c'è un tal Dani Pedrosa, che difficilmente potrà lottare per la corona (è a -34) ma che potrebbe essere l'ago della bilancia. Sì perché ora, se Lorenzo dovesse vincere entrambe le ultime due gare, l'obiettivo minimo di Marquez dovranno essere un secondo e un terzo posto e il ruolo del suo compagno di squadra diventerebbe fondamentale.

Tecnicamente Pedrosa (che lo scorso anno ha vinto sia in Giappone che a Valencia) è ancora in corsa per il titolo, e almeno a Motegi appare poco probabile attendersi favori. A Valencia, dove il titolo MotoGP™ non si decide da quella sciagurata gara del 2006 (quando Rossi perse il titolo a favore di Nicky Hayden), vedremo quali saranno le direttive di squadra.

Se non sappiamo come agirà Pedrosa in questa sfida, sappiamo invece che Valentino Rossi non aspetta altro che poter aiutare il 99: il dubbio per l'italiano è che possa correre con i primi tre già che in questa stagione non ci è ancora riuscito pienamente. È indubbio che il nove volte Campione del Mondo stia migliorando costantemente (soprattutto in qualifica) in questa stagione. Nella bagarre potrebbero rientrare anche Cal Crutchlow, in ascesa in questo finale, e soprattutto Alvaro Bautista che non vuole terminare l'annata senza assaggiare il podio.

Tante speculazioni su un finale di stagione comunque pazzesco, ma ricordiamoci che un podio (più che possibile) Marquez-Pedrosa-Lorenzo a Motegi, regalerebbe il titolo MotoGP™ al rookie più forte di tutti i tempi.

TAGS Japan

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™