Ducati non va, in Malesia Dovizioso solo 8º

ducati review qualifying sepang
sabato, 12 ottobre 2013

Sessione di qualifiche difficile per il Ducati Team in Malesia che non va oltre l'ottava e undicesima posizione con Dovizioso e Hayden.
 

Il turno di qualifiche decisivo del GP della Malesia, sul circuito di Sepang, si è svolto oggi in condizioni molto difficili. In seguito ad uno scroscio di pioggia verso l'ora di pranzo, all’inizio del turno l’asfalto del tracciato malese presentava ancora qualche chiazza di bagnato, e la continua minaccia di ulteriori piogge ha costretto tutti i piloti a guidare molto vicino al limite. Solo verso la fine della sessione le condizioni della pista sono migliorate, permettendo ai piloti di abbassare i propri tempi sul giro.
 
Andrea Dovizioso è riuscito a gestire bene la situazione, stabilendo il suo miglior tempo in 2’01.635 proprio all’ultimo giro, una prestazione che gli è valsa l’ottavo posto in griglia, a poco più di un secondo e mezzo da Marquez, detentore della pole. Nicky Hayden non è invece rimasto soddisfatto della sua prestazione, e si è trovato in difficoltà soprattutto nella curva sei ancora bagnata, concludendo la sessione con una deludente undicesima posizione nella classifica dei tempi. I piloti del Ducati Team partiranno domani rispettivamente dalla terza e dalla quarta fila per il Gran Premio Shell Advance della Malesia.
 
Andrea Dovizioso – Ducati Team, 8° (2’01.635)
“Le prove sono state un po’ più complicate del solito, e piuttosto pericolose. Qui c’è un asfalto con un colore particolare – molto chiaro – e non si vede dov’è bagnato. In molti infatti abbiamo rischiato di cadere nel giro di uscita, all’altezza della curva sei. Era bagnato, non ho visto se c'erano segnalazioni, e le slick in queste condizioni non funzionano molto bene! È stata una situazione difficile da gestire perché la pista si è asciugata velocemente con il caldo, e ho avuto a disposizione solo l’ultimo giro per spingere al 100%. A quel punto il tempo dipende anche da quanti rischi si vogliono prendere. Io mi sono tenuto un po’ di margine in quelle due curve ma nel resto ho spinto forte – in questo weekend non avevo mai girato in 2’01.6, e non avendo potuto spingere sempre al massimo non è male. Per la gara vedremo come si mettono le cose domani, ma almeno partiamo in terza fila.”
 
Nicky Hayden – Ducati Team, 11° (2’02.900)
“È un vero peccato come sono andate le mie qualifiche, ed è stata tutta colpa mia. Nelle FP4 avevo appena ottenuto il mio miglior tempo dell’intero weekend, con un ottimo feeling, e pensavo di poter fare ancora qualcosa di meglio nel turno di qualifica. Purtroppo all'ora di pranzo c'è stato un acquazzone e quando sono sceso in pista il feeling con la mia GP13 era cambiato, non era altrettanto buono, soprattutto nella parte ancora bagnata del tracciato, la curva sei. Era difficile vedere dove la pista era bagnata e dove asciutta, e capire quanto grip avesse. Non è una scusa però: tutti hanno migliorato il loro tempo ed io non l’ho fatto. Ho perso tutto nella parte bagnata, non sono riuscito ad affrontarla nel migliore dei modi. E’ stato mio il problema, e voglio scusarmi con la squadra. Cercherò di recuperare qualcosa domani.”
 

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™