Il progetto Mahindra cresce

lunedì, 3 giugno 2013

 

Record della pista e miglior risultato per la Mahindra al Mugello che vola con Oliveira e sogna, almeno il venerdì, con Locatelli. Del progetto del team indiano, ce ne parla direttamente il CEO Mahindra.
 

 

 
Il pilota della Mahindra Miguel Oliveira ha rivendicato un quarto posto oggi al Mugello aggiungendo anche un nuovo record per il migliore giro veloce in gara. Nonostante questo, la star portoghese era un po’ delusa: "È stata una gara difficile – ero al limite ogni giro per stare con il gruppo davanti. Le scie erano molto importanti qui, per questo non potevo permettermi di perdere il contatto. Sono un po’ turbato per non essere riuscito a raggiungere il podio, ma sono felice dell’intero weekend: ho fatto delle buone qualifiche e una buona gara. Durante l’ultima gara sono caduto quando ero con il gruppo di testa, e qui eravamo di nuovo nelle stesse posizioni. Questo ci da la motivazione necessaria per continuare a spingere duramente."
 
Bene anche la wildcard italiana Andrea Locatelli, 22º, che dichiara: "Il mio primo gran premio è stato più un’esperienza, lottando con un grande gruppo di piloti più esperti di me. La Mahindra è andata bene tutto il weekend e mi ha aiutato molto. Sono contento dei miei primi passi."
 
Il più entusiasta di tutti è però il CEO di Mahindra Racing, Mufaddal Choonia, che ai microfoni di motogp.com ha dichiarato:  "Sono estasiato dal risultato. Siamo arrivati in questa gara un po’ demotivati per non avere guadagnato nessun punto la gara scorsa. Per il momento, abbiamo avuto un bel regalo. Miguel ha condotto una guida superba ed il team tecnico ha messo in piedi una gran moto che lo sta aiutando a rimanere con il gruppo di testa e lottare per il podio. Questo risultato su questa pista è davvero importante data la tecnicità del tracciato". 
 
"Sappiamo dove dobbiamo lavorare per migliorare e vedremo di cercare cosa manca ancora. La moto è già molto forte ed è sempre dura cercare di trovare miglioramenti quando sei già ad alti livelli. Dallo scorso anno sapevamo di dover cambiare tutto rispetto allo scorso e così abbiamo fatto: dal team al motore, tutto funziona alla perfezione, anche dopo 1450 km. Siamo qui per fare podi e un giorno vincere il campionato. Il prodotto è ancora nuovo e da scoprire, ma siamo in continua crescita e vediamo come va il futuro".

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™