Cresce l’emozione a Phillip Island, domani prima gara con cambio moto

domenica, 20 ottobre 2013

Bridgestone comunica di non poter garantire la sicurezza della gomma posteriore oltre i 10 giri. La decisione della Direzione Gara arriva per garantire la sicurezza della gara che sarà di 19 giri, ma con cambio moto.

Ecco la decisione della direzione gara per la gara di domani nel Tissot Australian Grand Prix per ovviare al difficile adattamento delle gomme Bridgestone al nuovo asfalto di Phillip Island

1.La gara sarà di 19 giri;

2.Ogni pilota sarà obbligato ad entrare ai box per cambiare moto almeno una volta durante la gara; in circostanze normali significa che ogni pilota dovranno fermarsi tra il nono e il decimo giro;

3.Nessun pilota potrà correre più di 10 giri con la stessa gomma posteriore. Ciò significa che il cambio, se effettuato prima del giro 9, sarà seguito da un secondo cambio;

4.Il procedimento è valido sia per gara asciutta che per gara che inizia in condizioni di bangato. Ovviamente in una gara bagnata il pilota cambierà a moto con gomme da bagnato;
 
5. Se la tara inizia con condizioni d'asciutto e poi inizia a piovere la gara verrà fermata con bandiere rosse. La seconda partenza prevederà il numero di giri per completare i 19 previsti ma con un massimo di 10 e un minimo di 5.
 
6.I piloti Factory e Satellite dovranno utilizzare l’opzione "hard" (B51DR);

7.I piloti CRT dovranno utilizzare l’opzione "hard" (B50DR);

8.L’area con velocità limitata sarà estesa all’entrata e all’uscita, e l’uscita per il ritorno in pista verrà marcata con una linea bianca nell’area di "run off". Chi attraverserà tale linea rientrando in pista verrà penalizzato.

TAGS Australia

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™